Calcio: il Teramo non ci sta e promette il ricorso davanti al Collegio di Garanzia del C.O.N.I.

Il Teramo sembra non rassegnarsi alla decisione dei giudici e promette il ricorso davanti al Collegio di Garanzia del C.O.N.I.

Di seguito il comunicato pubblicato sul sito ufficiale della società abruzzese:

"La sentenza della Corte federale d’appello è profondamente ingiusta laddove conferma il coinvolgimento del Presidente Luciano Campitelli nell’illecito sportivo e perciò la responsabilità diretta della società.
L’estraneità del Presidente è stata dimostrata con solidi argomenti e non smentita da argomenti contrari.
Ma la Corte ha ignorato completamente ogni argomentazione e ha ribadito la responsabilità diretta con l’intento di privare il Teramo calcio della serie B appena conquistata e aprendo le porte all’Ascoli che anzichè vincere sul campo preferisce vincere con le carte bollate.
Procederemo immediatamente al ricorso davanti al Collegio di Garanzia del C.O.N.I. chiedendo la riforma dell’ingiusta sentenza e l’urgente sospensione dei suoi effetti.
Confidiamo nella giustizia e nella competenza del massimo organo sportivo indipendente e sovrano.

Prof. Avv. Vincenzo Cerulli Irelli"


di Michele Piccioni
[email protected]
 






Questo è un articolo pubblicato il 31-08-2015 alle 15:43 sul giornale del 01 settembre 2015 - 1039 letture - 0 commenti

In questo articolo si parla di sport, redazione, ascoli, vivere ascoli, ascoli calcio, Michele Piccioni, ascoli calcio 1898, articolo, ascoli picchio

L'indirizzo breve di questo articolo è http://vivere.biz/anDP

Suggerisci un altro argomento per questo articolo:

Licenza Creative Commons
Rilasciato con licenza
Creative Commons.
Maggiori info:
vivere.biz/gkW

Vuoi commentare questo articolo?


In caso di dati non veritieri o incompleti il commento verrà sconsigliato.