Calcio: Virtus Lanciano-Ascoli, le parole di Mister Petrone

11/09/2015 - Queste le dichiarazioni rilasciate da Mister Petrone alla vigilia di Virtus Lanciano-Ascoli:

SQUADRA - "Lo stato d'animo mio e della squadra è quello di chi ha raggiunto in anticipo un traguardo, che ci eravamo prefissati in tre anni. La B non è affatto un punto di arrivo, ma di partenza; dobbiamo consacrarci in questa categoria per poi raggiungere l'obiettivo massimo, la Serie A, che il Presidente ha fissato in 3-5 anni. Fra i ragazzi c'è grande entusiasmo, nell'ultimo periodo si sono uniti al gruppo tanti elementi, Giorgi, Cacia, Antonini, Milanovic, Almici, Caturano e altri, che si sono messi subito a disposizione. Qualcuno si è unito a noi ieri, qualcun altro oggi, va dato tempo a questa squadra di crescere. Giorgi, Antonini, Cacia non fanno certo fatica ad inserirsi in uno scacchiere nuovo, in pochissimo tempo hanno visto il nostro modo di lavorare e pian piano oltre a darci una mano dal punto di vista di qualità individuale, ce lo daranno sotto il profilo di squadra. Per qualsiasi squadra è difficile trovare un'organizzazione nei primi 2-3 mesi di campionato, figuriamoci per noi che siamo dovuti partire in ritardo". 

LANCIANO -  "E' una squadra che negli anni si è consacrata in Serie B e che raggiunge sempre la salvezza in modo tranquillo. Ho letto che il loro obiettivo quest'anno è di raggiungere quanto prima la salvezza e devo dire che non si discosta da quello dell'Ascoli; sappiamo quali sono le nostre potenzialità e mi aspetto da parte dei miei un atteggiamento propositivo e mai remissivo. Abbiamo preparato la gara prendendo anche qualche spunto tecnico, tattico e fisico dall'amichevole giocata col Lanciano due settimane fa, pur sapendo che il campionato è altra cosa rispetto alle amichevoli. Con i tesseramenti siamo a posto, abbiamo due squalificati, ma tutti gli altri calciatori sono disponibili e convocati. Qualcuno non ha il ritmo gara e per forza di cose non partirà dall'inizio".

TIFOSI - "Chi vuole bene all'Ascoli, segue la squadra a prescindere dall'allenatore, dai calciatori e dai dirigenti e in questo i nostri tifosi sono encomiabili. Noi faremo sempre il massimo per rispetto nei confronti della maglia, della Società e dell'ambiente. Se anche il gruppo di quest'anno si immedesimerà nella realtà di Ascoli come ha fatto il gruppo dello scorso anno, allora con l'entusiasmo e l'organizzazione potremo far bene e rispettare il programma del Presidente".

MERCATO - "La Società è vigile sul mercato, abbiamo ancora dieci giorni circa per operare se ci sarà l'occasione giusta, soprattutto in difesa. Come ha detto Il Direttore alla squadra, noi vogliamo che i ragazzi siano tutti col sorriso sulle labbra, quindi se qualcuno che ha richieste da altre squadre e preferisce andare a giocare altrove per avere più spazio, lo lasceremo andare. La Società non tarpa le ali a nessuno e ci piace trovare la soluzione giusta per tutti".

 

Fonte foto: sito ufficiale Ascoli Picchio







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-09-2015 alle 16:12 sul giornale del 12 settembre 2015 - 1201 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, ascoli, ascoli calcio, ascoli calcio 1898

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/an1H