Ugl sul fallimento dell’azienda Agroalimentare dei F.lli Monaldi

UGL 23/09/2015 - La battaglia primaria delle OO.SS. è riprendere produzione ed occupazione nel sito di Petritoli, dopo le ceneri del fallimento di un’azienda storica e di un marchio importante come l’Agroalimentare F.lli Monaldi.

Uno spacchettamento di fatto dell’azienda aveva generato due realtà produttive completamente diverse ed opposte:   il sito produttivo di Verona con tutto il supporto commerciale affittati, ed in piena attività produttiva ed occupazionale,  alla Monaldi Italia Srl; il sito produttivo di Petritoli freddo con 28 lavoratori in CIGS a zero ore a rischio disoccupazione ed intero territorio penalizzato economicamente.
La gara di vendita dell’intero complesso ex F.lli Monaldi con ultimo punto di caduta di 7 milioni di euro (la stessa cifra dell’impegno di acquisto sottoscritto alla Curatela Fallimentare da Monaldi Italia Srl, la Società che ha in affitto i rami di azienda e continua le attività della ex F.lli Monaldi)  avrebbe dovuto ricomporre la unitarietà del complesso aziendale e rimettere in moto il circolo virtuoso di produzione ed occupazione anche nel sito di Petritoli.

Perché, ci domandiamo, la Monaldi Italia Srl non ha presentato l’offerta di 7 milioni di euro alla scadenza ultima della gara di martedì 22 settembre 2015, pur sapendo che ha un impegno sottoscritto con la Curatela Fallimentare a comprare il complesso alla stessa cifra ?! Quali disegni si celano dietro?!
Certamente l’ultima asta andata deserta apre una nuova e delicata fase piena di non trasparenti interrogativi.
Lunedì 28 settembre in Regione è fissato l’incontro con la Curatela Fallimentare per l’ultima fase amministrativa della procedura di mobilità dei 28 lavoratori della ex F.lli Monaldi del sito di Petritoli; la CIGS, dopo i 6 mesi di proroga decretata dal Ministero del Lavoro scadrà il 28/11/2015.

Chiederemo con forza alla Regione un preciso e forte intervento su MONALDI ITALIA SRL.
Regione e OO.SS. debbono fare fronte comune a difesa di produzione occupazione ed economia territoriale.
Questa delicata partita, tutta da giocare da oggi al 28 novembre, costi quel che costi, non la possiamo perdere.

 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-09-2015 alle 19:29 sul giornale del 24 settembre 2015 - 1239 letture

In questo articolo si parla di attualità, sindacati, ugl

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aosv





logoEV