Digitalizzare le aziende picene, presentato il progetto “Made in Italy: Eccellenze in digitale” di Google

25/09/2015 - Buone notizie per l’Italia, almeno on line: il brand “Made in Italy” è secondo, per diffusione, solo a colossi come Coca-Cola e VISA. Anche per questo, Google nel 2015 ha deciso di riproporre il progetto “Made in Italy: eccellenze in digitale” in collaborazione con Unioncamere, coinvolgendo 132 giovani borsisti che per 9 mesi saranno ospitato in 64 Camere di Commercio, tra le quali quella di Ascoli Piceno.

Il 25 settembre, presso la Sala Giunta della Camera di Commercio di Ascoli Piceno, si è appunto svolto un incontro per presentare il progetto, alla presenza del Presidente della Camera di Commercio di Ascoli Piceno, Gino Sabatini, e dei due digitalizzatori che lavoreranno presso l’ente camerale.

Quest’anno il progetto prevede la partecipazione di aziende legate a quattro filiere di prodotto: agroalimentare, artigianato artistico, moda e nautica.

Ai due giovani digitalizzatori, che hanno illustrato lo “stato dell’arte” della diffusione del digitale in Italia e il progetto stesso nei dettagli, è stato dato il compito, affiancati da un tutor, di sensibilizzare e supportare le imprese picene ad avvicinarsi all’online e condividere la cultura dell’innovazione digitale, accrescendo così la consapevolezza di tutti i vantaggi che possono derivare dall’approdo al digitale, soprattutto per favorire l’internazionalizzazione del proprio business: lo scorso anno, il progetto diede risultati molto soddisfacenti, con 144 realtà imprenditoriali e associazionistiche contattate e 42 coinvolte fattivamente nel lavoro di sostegno operativo.

La digitalizzazione – ha dichiarato il Presidente della Camera di Commercio Gino Sabatini – è un passo imprescindibile per le nostre aziende e, contemporaneamente, un modo più immediato per farsi conoscere al di fuori dei confini nazionali: essere on line è indispensabile per la crescita e per superare la crisi, abbiamo il dovere di sostenere una generazione di “nativi digitali” che consideri la Rete un ambiente naturale di sviluppo e la Camera di Commercio di Ascoli Piceno intende fare la propria parte.

Essere on line è necessario per le aziende italiane, anche perché i consumatori italiani ci sono già: il 39% ha cercato almeno un prodotto in Rete nell’ultimo mese e una pari percentuale di connazionali ha effettuato, sempre in quel lasso di tempo, almeno un acquisto. Il 22% ha usato il “mobile” per indagare negli ultimi trenta giorni e nel 18% dei casi ha effettuato on line l’acquisto.
La partecipazione al progetto è completamente gratuita e gli imprenditori interessati possono trovare la modulistica sul sito della Camera di Commercio di Ascoli Piceno (www.ap.camcom.gov.it/madeinitaly:eccellenzeindigitale)  da cui scaricare, tra l’altro, la scheda di adesione preliminare.
 







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-09-2015 alle 17:57 sul giornale del 26 settembre 2015 - 1138 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, Camera di Commercio, camera di commercio di ascoli piceno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aoxM