I cori delle Marche per Arquata del Tronto

18/10/2016 - “Coralmente ed in armonia si possono fare grandi cose”. Con questo spirito, Massimiliano Fiorani, presidente dell'A.R.Co.M., l'associzione che riunisce i cori marchigiani, si è rivolto ai presidenti, ai direttori e ai membri delle corali delle Marche, per informarli e sensibilizzarli su un'iniziativa della Federazione nazionale FENIARCO: l'invito a promuovere una raccolta fondi per le popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto ed in particolare per il Comune di Arquata, in occasione di ogni evento o concerto organizzato dai cori marchigiani.

L’iniziativa è stata illustrata martedì mattina al presidente del Consiglio regionale, Antonio Mastrovincenzo, che si è complimentato con i rappresentanti dell’A.R.Co.M.: il presidente Fiorani, il vice presidente della sezione di Ascoli Piceno, Pietro Di Pietro, e il consigliere Claudio Laconi. “Un’iniziativa pregevole – ha detto Mastrovincenzo – che rappresenta un aiuto concreto e testimonia una reale vicinanza a chi è stato colpito”.

I cori che intendono aderire al progetto non devono far altro che apporre una o più locandine in ogni manifestazione fino al 6 gennaio 2017, predisponendo anche un contenitore per la raccolta delle donazioni. Al termine della raccolta, l'A.R.Co.M. provvederà a fare una donazione complessiva per conto di tutti i cori delle Marche al Comune di Arquata del Tronto. “La nostra solidarietà – ha detto Fiorani - è molto importante, dobbiamo far sentire la nostra voce, vogliamo essere vicini a tutte quelle persone che ora vivono nel disagio.

La coralità marchigiana, se unita e determinata, può fare molto e portare un aiuto concreto per contribuire alla rinascita di paesi come Arquata del Tronto”. Sul sito www.corimarche.it e sulla pagina facebook dell'A.R.Co.M. saranno di volta in volta pubblicati i risultati della raccolta fondi effettuata da ogni singolo coro con l'aggiornamento del totale complessivo delle offerte raccolte.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-10-2016 alle 12:25 sul giornale del 19 ottobre 2016 - 567 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche