Offida: imprenditore piemontese dona 100 quintali di fieno a un allevatore terremotato

bovini| 22/01/2017 - Cento quintali di fieno per non far morire di fame le mucche di razza Marchigiana dopo il crollo del capannone avvenuto in seguito alle nuove scosse di terremoto del 18 gennaio.

E’ l’iniziativa di un imprenditore piemontese, Dario Osella, fondatore delle Fattorie Osella, eccellenza dell’agroalimentare Made in Italy nata a Caramagna Piemonte (Cuneo). Il carico verrà consegnato lunedì mattina nell’azienda di Vincenzo Massi, allevatore offidano di mucche di razza bovina marchigiana, tra l’altro pluripremiato per la bellezza dei suoi capi. Con le scosse del 18 gennaio Massi ha visto aggravarsi i danni alla stalla lesionata nell’agosto scorso e crollare il fienile, con tutte le provviste per l’alimentazione del bestiame che sono rimaste sotto le macerie.

“La Coldiretti Ascoli Fermo rivolge un grande ringraziamento al signor Osella per questa straordinaria manifestazione di solidarietà a favore di un territorio che continua a vivere una situazione drammatica – sottolineano il presidente Paolo Mazzoni e il direttore Alessandro Visotti -. Tra il maltempo e le conseguenze del nuovo sisma l’emergenza resta alta e sostenere le aziende con l’invio di foraggio per gli animali rappresenta un’opportunità importante per non arrendersi e far ripartire l’economia di questi luoghi”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-01-2017 alle 19:25 sul giornale del 23 gennaio 2017 - 617 letture

In questo articolo si parla di attualità, terremoto, coldiretti, offida, bovini, coldiretti marche, azienda agricola

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aFGH