Crollo del ponte in A14, indaga la Procura. Il video dall'elicottero

10/03/2017 - Crollo del ponte in A14, indaga la Procura. Sequestrati i documenti. Le immagini poco dopo il crollo riprese dall'elicottero.

Il procuratore di Ancona, Elisabetta Melotti, e il sostituto, Irene Bilotta, dovranno accertare chi ha compiuto l’errore che è costato caro ai due coniugi ascolani, rimasti schiacciati e morti sul colpo dal crollo improvviso. E se, quanto accaduto, si sarebbe potuto evitare.

I sopralluoghi poco tempo dopo la terribile tragedia sono stati effettuati con tanto di documenti sequestrati relativi a progetto, gara d’appalto e affidamento. Autostrade per l’Italia attende d'urgenza una relazione formale da parte ditta appaltatrice.

Il cantiere dei lavori sul cavalcavia in questione - rende noto Autostrade per l’Italia - era stato avviato il 7 febbraio scorso e si sarebbe dovuto concludere - per quanto riguarda le attività sulle pile finalizzate all’innalzamento del cavalcavia - il 31 marzo prossimo. A cedere sarebbe stata la struttura provvissoria. Questo quanto comunica la società Autostrade. "Cedimento della struttura provvisoria di sostegno del cavalcavia dove erano in corso lavori di adeguamento dell’infrastruttura, in seguito all’ampliamento a tre corsie dell’autostrada."

Autostrade per l’Italia ha chiesto, con estrema urgenza, alle aziende che hanno progettato ed eseguito i lavori una relazione dettagliata su quanto accaduto, per accertare eventuali errori umani e valutare possibili azioni a tutela.

Sentiti anche i tre operai che si trovavano al lavoro proprio in quel ponte. Ora sarà la procura a condurre la delicata operazione di far luce sul caso che ha strappato la vita a due coniugi di Spinetoli che oggi i loro figli reclamano.

Resta ancora da capire cosa sia andato storto. Si parlerebbe in particolare di un'anomala torsione del ponte.







Questo è un articolo pubblicato il 10-03-2017 alle 23:41 sul giornale del 11 marzo 2017 - 246 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aHjJ