Colli del Tronto: Polizia Stradale sensibilizza i dipendenti di Enel sui rischi della strada

14/04/2017 - Il 13.04.2017, presso l’Hotel Casale di Colli del Tronto (AP) si è svolto il seminario di formazione dedicato ai rischi inerenti la circolazione stradale riservato al personale della Divisione Enel Italia che opera nelle province di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata.

I lavori sono stati guidati da un team di formatori, diretto dal Dirigente della Sezione Polizia Stradale di Macerata V. Questore Agg. Dr.ssa Stefania Minervino e composto dal Dirigente dell’Ufficio Sanitario Provinciale della Questura di Ascoli Piceno, Medico Capo della Polizia di Stato Dr.ssa Marina Renzi, dal Sost. Commissario Paolo Ranaldi e dall’Ispettore Capo Domenico Paoletti entrambi della Sezione Polizia Stradale di Ascoli Piceno.

Il convegno è stato strutturato sulla base del protocollo stipulato a Roma lo scorso 10 marzo tra il Capo della Polizia, Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Franco Gabrielli ed il Direttore di Enel Italia Carlo Tamburi ed ha riguardato la sicurezza stradale e la prevenzione degli infortuni stradali, inserendosi nella cornice delle iniziative di prevenzione volte alla riduzione della sinistrosità ed in particolare, alla prevenzione del fenomeno degli incidenti in itinere, che attualmente rappresentano una delle principali cause di infortunio sul lavoro. La collaborazione tra la Polizia Stradale ed Enel, prevede un ciclo di seminari diretti alla formazione mirata di 12.000 dipendenti della citata società, su tutto il territorio italiano con iniziative congiunte nei settori della comunicazione, della formazione e dell’informazione per la prevenzione di incidenti.

L’iniziativa, nasce dalla consapevolezza che la guida non rappresenta una mera attività collaterale e che, distrazione, fretta, stanchezza, inadeguata valutazione delle condizioni ambientali, stradali e psicofisiche, sono la causa di tanti infortuni. Un dato questo, che merita ancora più attenzione, se si considera che l’auto non solo rappresenta un mezzo di spostamento casa-lavoro ma, nel caso dei tecnici operativi in continua mobilità sul territorio, il luogo di lavoro stesso.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-04-2017 alle 10:46 sul giornale del 15 aprile 2017 - 278 letture

In questo articolo si parla di attualità, polizia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aIuH