Restauro delle opere lesionate dal sisma grazie ad Anci Marche e Pio Sodalizio dei Piceni

09/05/2017 - Maurizio Mangialardi, Presidente di Anci Marche e Giovanni Castellucci, Presidente del Pio Sodalizio dei Piceni hanno sottoscritto a Roma una convenzione con la quale le parti si impegnano al restauro di opere d'arte mobili lesionate dal sisma.

 Le opere da restaurare saranno segnalate direttamente agli organi decisionali di  Anci Marche e del Pio Sodalizio dei Piceni da un’apposita commissione scientifica nominata di comune accordo tra i due Enti. Al termine dei restauri, le opere saranno esposte presso i locali del Pio Sodalizio dei Piceni in San Salvatore in Lauro e, prima della riconsegna delle opere, le medesime saranno esposte presso il Museo del Palazzo Apostolico di Loreto. I fondi attualmente disponibili ammontano a 200.000 euro, dei quali 100.000 offerti dal Pio Sodalizio dei Piceni, parte dal fondo di solidarietà di Anci Nazionale e parte da donazioni volontarie.

"Si tratta di un importantissimo accordo che va ad interessare un territorio come quello marchigiano che ha subito il 62% dei danni del sisma" - ha detto Mangialardi. "Attraverso il recupero delle opere d'arte non solo restituiamo al territorio il suo patrimonio artistico e culturale ma incentiviamo il turismo che costituisce motore indispensabile della ripresa". Con un’apposita cerimonia pubblica, verranno consegnati ai proprietari gli attestati di riconsegna delle opere.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-05-2017 alle 21:23 sul giornale del 10 maggio 2017 - 219 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, provincia di fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aJbm