Risorse per il settore del tartufo nelle aree terremotate: l'impegno della Regione dopo l'emendamento della Leonardi

tartufo bianco 11/05/2017 - In discussione in Consiglio Regionale il testo di modifica della legge regionale 5 del 2013, "Norme in materia di raccolta e coltivazione dei tartufi e di valorizzazione del patrimonio tartufigeno".

In Aula è stato affrontato un emendamento presentato dalla capogruppo regionale di Fratelli d'Italia Elena Leonardi, la quale ha chiesto espressamente di destinare una quota del gettito della tassa regionale per sostenere la realtà del tartufo delle aree terremotate.

L'emendamento della Leonardi era volto a sostenere quelle iniziative di sostegno delle potenzialità turistiche, culturali, commerciali ed ambientali legate alla raccolta e commercializzazione del tartufo, attraverso la promozione di manifestazioni fieristiche e di percorsi gastronomici dedicati, nelle zone colpite dai terremoti dello scorso anno. Di fronte all'impegno del Presidente della competente Commissione e dell'assessore all'agricoltura di destinare fondi ancora più cospicui per il settore, provenienti dalla Programmazione Agricola comunitaria e regionale e destinandoli alle aree del cosiddetto "cratere", la Leonardi ha pertanto ritirato l'emendamento. Soddisfatta per l'ottenimento di questo impegno ufficiale che finalizzerà una quota si spera sufficientemente rilevante per il sostegno del settore tartufigeno delle zone terremotate.


da Fratelli d'Italia - AN 
Gruppo Consiliare delle Marche 




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-05-2017 alle 14:36 sul giornale del 12 maggio 2017 - 316 letture

In questo articolo si parla di regione marche, tartufo, terremoto, politica, sisma, gruppo consiliare fratelli d'italia marche