Nel Piceno i salari sono tra i più bassi d’Italia

1' di lettura 14/12/2017 - Lo dice un report del Geoghrapy Index che ha stilato la classifica degli stipendi nelle 20 regioni italiane e in 107 province.

I dati sono estrapolati da un database che ha coinvolto 600.000 utenti e 320.000 osservazioni, elaborati sul Reddito annuo lordo di quadri, impiegati e operai. La provincia di Ascoli Piceno si piazza al 78° con una media di 26.117 euro annui.

Nella classifica la provincia di Ascoli perde 10 posizioni rispetto al 2016. Inoltre nel Piceno si guadagna il 4,1% in meno rispetto alla media delle Marche che è di 27.226 euro. Peggio del Piceno in regione, lo fa solo la provincia di Fermo con 25.116 euro di media che piazza la provincia all’85° posto in Italia.

La migliore provincia marchigiana meglio retribuita è quella di Pesaro/Urbino con 28.597 che comunque si trova al 38° posto e perde 13 posizioni. In vetta alla classifica nazionale troviamo Milano con un reddito medio di 34.330 euro. In fondo alla graduatoria la provincia di Messina con 23.729 euro.

La media italiana è di 29.230. Come si vede, il Piceno a livello salariale è ancora molto in ritardo nei confronti delle province del Centro/Nord e chi ha lavorato in regioni del nord ha pienamente ragione di affermare eventualmente, che gli stipendi nelle nostre zone sono molto più bassi.


di Roberto Guidotti  
redazione@viveresanbenedetto.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-12-2017 alle 19:18 sul giornale del 15 dicembre 2017 - 216 letture

In questo articolo si parla di attualità, san benedetto del tronto, Roberto Guidotti





logoEV