L'importanza di Internet nelle nuove strategie di marketing del territorio

06/04/2018 - L’innovazione tecnologica ha portato numerosi benefici nel campo dell’economia e del commercio. Molte aziende hanno infatti adottato un sito web personalizzato, che permette loro di ampliare il relativo bacino d’utenza e catturare l’attenzione di nuovi potenziali clienti. Le più grandi compagnie del mondo sono inoltre attive sui social media, interagiscono quotidianamente con i loro follower e propongono spesso iniziative dedicate agli iscritti. Questo atteggiamento votato alla fidelizzazione dei clienti permette di raggiungere nuovi e importanti traguardi in ambito social, offrendo agli interessati la possibilità di conoscere meglio il brand.

L’importanza di Internet e dei social media

Significativo è l’esempio di Netflix Online, piattaforma per lo streaming online che vanta nel suo catalogo migliaia di film, serie TV e show dedicati all’intrattenimento. Il brand è molto attivo anche sui social, dove pubblica foto, video, anticipazioni e indizi sulle nuove serie in dirittura d’arrivo. La compagnia statunitense, che conta tra le sue fila un team di esperti italiani, coinvolge i follower rispondendo ai loro commenti, spesso con emoticon e immagini divertenti. Non mancano inoltre iniziative dedicate al grande pubblico: in occasione dell’uscita della seconda stagione di Stranger Things, Netflix ha organizzato una vera e propria caccia al tesoro a Milano, con indizi e suggerimenti provenienti anche dagli attori dello show, il tutto prontamente sponsorizzato attraverso i canali online. Anche Betway Casinò, brand dedicato al gioco casino online, ha fatto della presenza sui social un grande punto di forza. I suoi profili social sono infatti molto attivi, con aggiornamenti giornalieri sia su Twitter che Facebook, con profilo e pagina seguiti rispettivamente da 88,2 mila e quasi 152 mila persone. Altro esempio tra i più rilevanti è quello di Game of Thrones, popolare serie TV prodotta da HBO che conta oltre 22 milioni di mi piace su Facebook. Gli utenti iscritti agli aggiornamenti dello show interagiscono abitualmente con i post pubblicati sulla pagina, pubblicando commenti e impressioni. Sul profilo social di Game of Thrones si possono infatti trovare dietro le quinte esclusivi, interviste agli attori, trailer di anticipazione e molto altro ancora.

Gli appassionati di sport sanno bene che anche le squadre sportive e gli atleti di fama internazionale puntano ormai sui social per pubblicizzare il loro brand e conquistare nuovi, potenziali tifosi. Il Manchester United, ad esempio, pubblica le ultime notizie sulla squadra e sui giocatori nella pagina ufficiale del club, con retroscena esclusivi, ultime dal campo e speciali promozioni legate all’acquisto di un biglietto per i match in programma. Ma non solo: spesso, lo United attiva dei codici bonus dedicati esclusivamente ai follower sui social, che possono così comprare la merce ufficiale della squadra a prezzi scontati. Non mancano infine concorsi e giveaway per i tifosi, nei quali vengono regalati guanti, palloni e divise utilizzate dai giocatori. Esemplare è anche la presenza sui social di Meizu, compagnia cinese dedita alla produzione e alla vendita di smartphone e altri dispositivi mobili. La pagina italiana dedicata al brand coniuga un sapiente utilizzo delle strategie di instant marketing a immagini divertenti e articoli di approfondimento, pubblicati sul loro sito ufficiale. In poco tempo migliaia di utenti si sono avvicinati a questa compagnia, segno di una campagna pubblicitaria efficace.


IMAGE SOURCE: pixabay.com

Il marketing 2.0 nel nostro territorio

Anche in Italia e, più precisamente, nel nostro territorio, sono molte le aziende che adottano un simile approccio verso il marketing e i social media, puntando a fidelizzare i clienti. NanoSystems, ad esempio, è una società impegnata nello sviluppo di software per banche, sistemi di amministrazione e nella consulenza IT. La compagnia ha un sito web aggiornato, con i suoi punti di forza ben esposti, ed è inoltre attiva su Facebook, Google Plus, LinkedIn e Twitter. NanoSystems ha altresì attivato un pratico servizio di newsletter che tiene gli iscritti sempre aggiornati sulle ultime novità. Anche Julia Service, ente di formazione nato nel 2013, è molto attivo sui social, e conta un sito web di facile fruizione. Con pochi e semplici clic si possono infatti consultare i corsi gratuiti, i corsi privati e i corsi aziendali in partenza, nonché le ultime news riguardanti il mondo del lavoro e dell’impiego. L’ente vanta recensioni molto positive sulla sua pagina Facebook, segno dell’ottima qualità del servizio offerto a tutti gli interessati.

Fi.Fa Security, con sede a San Benedetto del Tronto, offre un servizio di vigilanza con personale altamente qualificato. Il sito è aggiornato con le ultime news e i comunicati stampa dell’agenzia, mentre la pagina Facebook conta oltre 13.000 like. Sul portale web di Fi.Fa Security sono inoltre esposte le certificazioni del brand, segno di grande serietà in ambito lavorativo. Infine, il Palazzo dei Mercanti, dimora storica e Spa ad Ascoli, vanta un sito web curato in ogni minimo dettaglio, con informazioni storiche e architettoniche sulla struttura del palazzo. Nella sezione dedicata alle offerte, è possibile scoprire tutte le promozioni dedicate ai clienti della dimora storica, dal garage gratuito per la moto ai benefici per gli ospiti che viaggiano con i loro amici a quattro zampe. Il Palazzo dei Mercanti conta oltre 100 recensioni positive su Facebook, segno inequivocabile dell’alta qualità del servizio offerto. Sulle pagine social vengono inoltre pubblicate immagini caratteristiche della località e offerte esclusive per i clienti.

Questi sono solo alcuni tra gli esempi di successo nel mondo di Internet. Il Web e i social network hanno infatti segnato un netto punto di svolta per le strategie di marketing delle grandi aziende, che possono così sfruttare il passaparola dei clienti soddisfatti e le numerose opzioni di promozione a loro vantaggio.







Questo è un articolo pubblicato il 06-04-2018 alle 07:54 sul giornale del 06 aprile 2018 - 151 letture

In questo articolo si parla di economia, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aTk3