Comunanza: Caso Whirlpool, rischio esuberi. La Lega presenta un'interrogazione

07/06/2018 - Il gruppo della Lega in Regione interviene sulla vicenda Whirlpool di Comunanza con un'interrogazione presentata oggi al Presidente della giunta.

Il nuovo piano industriale Whirlpool 2019-2021, recentemente annunciato, prevede un forte ridimensionamento dello stabilimento di Comunanza in termini di volumi produttivi e, conseguentemente, di personale impiegato.
In particolare, il piano prevede il trasferimento della linea di produzione della lavatrice Acqualtis dallo stabilimento di Comunanza a quello di Napoli, con un esubero di circa 130 unità lavorative.

Lo stabilimento di Comunanza della Whirlpool è per il territorio una tra le più rilevanti fonti di reddito e gli esuberi rappresenterebbero un ulteriore duro colpo per l'economia e per le oltre 500 famiglie coinvolte, tenuto anche conto che si tratta di un'area già fortemente colpita dal sisma e a rischio di spopolamento.

La Lega, a partire dal Responsabile regionale Senatore Paolo Arrigoni, dai parlamentari marchigiani e dal gruppo consiliare regionale stanno seguendo con attenzione la vicenda Whirlpool di Comunanza.
Secondo il Carroccio la Regione ha dimostrato, già dal 2015, il proprio disinteresse verso gli insediamenti produttivi marchigiani della Whirlpool non avendo partecipato ai tavoli di confronto a differenza delle altre Regioni.

Infatti, contrariamente alle Marche, la Regione Campania si era impegnata a favorire i processi di investimento che Whirlpool aveva previsto negli insediamenti campani e, così come il Piemonte, la Lombardia e la Toscana, a supportare i programmi di formazione presentati dall'Azienda, con particolare attenzione per i progetti finalizzati all'innalzamento delle competenze professionali in un contesto di miglioramento continuo della efficienza e della competitività.

E mentre la Regione dorme il territorio si preoccupa e si mobilita. Anche i Sindaci dell'area montana si sono recentemente incontrati per scongiurare il ridimensionamento dello stabilimento di Comunanza, nonchè del suo indotto locale e per intraprendere azioni a difesa dei posti di lavoro nelle zone terremotate.

Il Carroccio con l'interrogazione chiede al Presidente della giunta quali iniziative abbia assunto, dall'inizio della legislatura, ed intenda assumere per garantire i livelli occupazionali dello stabilimento di Comunanza della Whirlpool, nonché per favorire i processi di investimento dell'Azienda negli insediamenti marchigiani anche al fine di scongiurare l’aggravarsi di una già difficile situazione socio-economica dovuta agli eventi sismici del 2016.

Un comportamento grave ed inaccettabile quello della Regione Marche - sostiene il gruppo - non ci si può permettere di perdere posti di lavoro, soprattutto in questo momento in cui il nostro territorio è in particolare sofferenza economica anche a causa del sisma.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-06-2018 alle 17:15 sul giornale del 08 giugno 2018 - 326 letture

In questo articolo si parla di attualità, marche, lega nord marche, lega nord

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aVog