La formazione come strumento necessario di crescita di imprese e lavoratori per affrontare le nuove sfide del mercato

02/09/2018 - Nell'ultimo ventennio è cresciuto nelle imprese la consapevolezza del carattere strategico della formazione per il miglioramento della competitività aziendale. Sebbene l’Italia non si collochi ancora tra i primi posti nella graduatoria dei Paesi dell’Unione europea, sia per quanto riguarda la percentuale delle imprese formative sul totale delle imprese esistenti, sia in relazione alla partecipazione dei lavoratori alle attività di apprendimento loro offerte.

All’interno del tessuto produttivo italiano si assiste ad una continua crescita e diffusione delle pratiche formative soprattutto per il personale delle imprese operanti nei settori dell’industria e dei servizi, con almeno 10 addetti, come emerge dall’indagine CVTS (Continuing Vocational Training Survey). L’attività di formazione presa in considerazione è quella finanziata in tutto o in parte dall’impresa, inclusa l’attività realizzata con il sostegno delle politiche pubbliche (Elaborazioni Anpal su dati EUROSTAT).

La percentuale di imprese con 10 addetti e oltre che hanno svolto una o più attività di formazione è cresciuta, con un tasso di incidenza che è passato dal 55,6% nel 2010 al 60,2% nel 2015. Le percentuali più elevate di imprese formatrici si registrano - come negli anni precedenti - nel settore dei servizi finanziari e assicurativi (93,8%) e nelle attività ausiliarie dei servizi finanziari (90,0%).

Seguono i comparti della fornitura di energia elettrica, gas, acqua ecc. (77,4%) e delle costruzioni (74,8%). Diversamente, sono al di sotto della media i tassi di incidenza rilevati per l’industria manifatturiera del settore tessile e dell’abbigliamento (40,7%), della carta (51,3%) e del legno (51,5%), così come per il commercio al dettaglio (41,8%) e per i servizi di alloggio e ristorazione (38,9%) (Istat, Report “La formazione nelle imprese in Italia”, Anno 2015, del 27 ottobre 2017).

Come dichiarato dall’Unione Europea, per mancanza di competenze, entro il 2020 ci saranno 756.000 posti vacanti, soprattutto nel settore ICT degli Stati membri. In particolare, l’Italia presenta un ritardo rispetto alla media europea in ben cinque delle sette aree alla base di un processo di trasformazione digitale: infrastruttura digitale, sviluppo dellestartup, e-leadership, integrazione delle tecnologie digitali e digital divide.

Non c’è ovviamente una formula magica per uscire da questa “empasse”, se non quella percorsa dagli organismi pubblici competenti e le strutture formative accreditate di mettere in atto politiche e azioni mirate in vista di una formazione continua e permanente che guardi ai giovani ed ai lavoratori per offrire alle aziende la garanzia di poter contare sulle competenze giuste nel lungo termine, e consentire ai lavoratori di migliorare la propria attrattività in un mondo professionale in continua evoluzione.

Per questo motivo Smarteam ha ampliato la propria offerta formativa a valere sul catalogo regionale FORMICA, con nuovi contenuti:

- Mini Master COMUNICAZIONE DIGITALE PER IMPRESE E PROFESSIONISTI, 100 ore;

- Mini Master IN CULTURA E TURISMO, 42 ore;

- Mini Master GESTIONE IMPRESE AGROALIMENTARI ECO-INNOVATIVE, 42 ore;

- Master Europrogettazione 400 ore;

- Master per Consulente per start-up (Consulente Terziario Avanzato), 400 ore;

- Master per Manager per la gestione di Imprese Agroalimentari Eco-innovative 497 ore;

- Master per Operatore dei Servizi Turistici e Culturali, 497 ore;

- Master per Operatore Personal Computer, 492 ore.

A breve saranno riportati sul sito Smarteam tutti i contenuti dei singoli corsi, ma nel frattempo il personale è a disposizione per offrire informazioni ed approfondimenti sui corsi e le modalità per richiedere il Voucher (contributo a copertura del 100% dei costi di iscrizione) della Regione Marche, che consentirà agli interessati di formarsi gratuitamente grazie al Fondo Sociale Europeo.

Contatta gli uffici Smarteam al seguente numero di cell. 351 8920860, oppure scrivi una email a formazione@smarteam.net per ulteriori approfondimenti e supporto per la richiesta del voucher e se interessato, potrai anche essere inserito nella lista dei contatti.


da Fideas Srl e Smarteam - startup innovativa




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-09-2018 alle 11:25 sul giornale del 03 settembre 2018 - 219 letture

In questo articolo si parla di lavoro, fondi europei regione marche, programmazione europea regione marche, provincia di ascoli piceno programmazione europea

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXZx

Leggi gli altri articoli della rubrica Vivere Impresa





logoEV