Tagli ai fondi per il personale: il piceno molto penalizzato

sanità ospedale 17/03/2019 - “Il taglio al personale di quasi 4 milioni per il 2019 che sta per subire l’Area Vasta 5 di Ascoli Piceno è l’ennesima dimostrazione che la situazione relativa all’assistenza sanitaria pubblica è destinata al collasso”.

A dirlo è Roberto Gobbato, coordinatore di area vasta per Anaao Assomed Marche, principale sigla sindacale per medici e dirigenti sanitari. La denuncia fatta dal Direttore Milani circa i tagli imposti dall’Asur Marche che contrarrà risorse per 6,8 milioni colpisce pesantemente il piceno così come l’anconetano che, a sua volta, accuserà un ridimensionamento del costo per il personale di 4,4 milioni. Meno impattanti i tagli sull’area vasta 1-3-4. La situazione di carenza di personale è già grave e, soprattutto per i medici specialisti, si riflette nelle realtà locali in carichi di lavoro insostenibili per i dipendenti nonché in inevitabili disservizi per i cittadini.

“Recentemente abbiamo posto l’accento sulle difficoltà di gestione per alcuni pronto soccorso nel pesarese e per l’esternalizzazione del servizio di guardie notturne in altri plessi. Ora la doccia fredda del pesante taglio alla gestione del personale nell’area vasta 5 che l’Anaao Marche sta seguendo da vicino. “Se dietro c’è un disegno politico per andare verso la privatizzazione della sanità allora davvero dovremo presto rinunciare ad una sanità per tutti” – ha concluso Gobbato.


da Anaao Assomed
sindacato della dirigenza medica e sanitaria





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-03-2019 alle 10:13 sul giornale del 18 marzo 2019 - 322 letture

In questo articolo si parla di attualità, sindacato della dirigenza medica e sanitaria, Anaao Assomed





logoEV