Corso di danze tradizionali con i Sibylla Moris, vincitori del Premio "Ivan Graziani 2019"

2' di lettura 30/04/2019 - Sabato 27 aprile presso il Teatro Ventidio Basso, che ha fatto da cornice al Festival della Canzone Ascolana, il gruppo di musica popolare Sibylla Moris si è aggiudicato il prestigioso premio “Ivan Graziani 2019”, assegnato al gruppo che si è particolarmente distinto nel corso dell’anno.

I Sibylla Moris hanno infatti riscosso molti consensi con l’uscita - nell’estate del 2018 - del loro primo cd di canti popolari del Piceno intitolato “Su e giù per le contrade” in cui spicca la partecipazione eccezionale dell’attore e cantante romano Giorgio Tirabassi. Da segnalare inoltre la realizzazione dello spettacolo teatral-musicale “Il Canto della Sibilla” che unisce ricerca, storie e leggende dei Monti Sibillini; un viaggio tra fate, guerrieri, luoghi incantati con tanta musica e ballo.

Per avvicinare le persone al bel mondo delle tradizioni, i Sibylla Moris hanno istituito un corso di danze tradizionali a cura di Tibor Cecchini, che si tiene con cadenza settimanale ogni domenica presso il locale“La Gare” di Castel di Lama; nelle lezioni si apprendono, a partire dai passi base, le danze popolari del nostro territorio (saltarello, quadriglia) e del sud Italia (pizzica, tammurriata, tarantella).

Domenica 5 maggio, sempre presso “La Gare” di Castel di Lama, a partire dalle ore 17, si terrà un evento eccezionale incentrato sulla tradizione calabrese che vedrà la partecipazione della ballerina Agata Scopelliti con uno stage sulla tarantella e Federica Santoro che terrà un’ introduzione al tipico strumento della Lira calabrese. La serata sarà coronata da una cena anch’essa calabrese organizzata per l’occasione da Giuseppe Ietto. (per informazioni tel. 380.4172770).

La musica popolare è lo specchio dell’anima di una cultura. E’ per questo che deve essere custodita gelosamente. Ripartendo da noi stessi e dalla nostra tradizione possiamo aspirare ad un futuro migliore e più consapevole. Platone affermava: “ La musica è una luce morale. Essa dona un’anima ai nostri cuori, delle ali ai pensieri, uno sviluppo all’immaginazione; essa è un carme alla tristezza, alla gaiezza, alla vita, a tutte le cose. Essa è un’essenza del tempo e si eleva a tutte quelle forme invisibili… abbagliante e appassionatamente eterna”.

I Sibylla Moris sono: Valentina Manni (voce), Manlio Agostini (voce e chitarra), Marco Pietrzela (flauti e percussioni), Sante Quaglia (fisarmonica), Massimo Romaniello e Riccardo Monti (tamburi a cornice); Fabrizia Latini, Laura De Angelis e Tibor Cecchini (ballerini).








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-04-2019 alle 09:47 sul giornale del 02 maggio 2019 - 361 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, ascoli, Sibylla Moris, premio ivan graziani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6Xk





logoEV