Italia Nostra: "L’eliminazione della Discarica di Corso Mazzini come avvio di una fertile collaborazione"

2' di lettura 31/10/2019 - Con enorme soddisfazione constatiamo che finalmente è stata eliminata la discarica dei rifiuti accumulatisi nel corso del tempo nei pressi dell’edificio dell’ Ex Distretto Militare.

Va dato atto al Sindaco, Marco Fioravanti, di aver prontamente provveduto a farli rimuovere dopo il colloquio fortuito avuto proprio nei pressi dell’edificio.

Quanto accaduto è la conferma che è sempre possibile conseguire positivi risultati per il bene comune della città e del territorio, se si instaura tra gli amministratori e la comunità ed in particolare con le associazioni culturali e di tutela un rapporto fertile e concorde di collaborazione e di ascolto.

E’ augurabile, almeno per quanto riguarda Italia Nostra, che questo rapporto fertile si possa avviare e consolidare, per favorire l’avvio del percorso di valorizzazione delle Testimonianze di civiltà che nobilitano la città e il territorio, dedicando attenzione e ascolto alle numerose proposte formulate dalla Sezione per rendere possibile una ipotesi di sviluppo solido e responsabile.

E’ nostra convinzione, infatti, che solo interventi di tipo sistemico, certamente differenti da quelli di tipo puntuale, episodici e scoordinati, possano contribuire all’avvio di un processo di sviluppo del territorio capace di contrastare efficacemente l’attuale stato di crisi.

Riteniamo che la realizzazione, anche parziale, delle proposte formulate per la realizzazione dei Parchi Culturali ed Ambientali, individuati come moduli nel più ampio e complesso progetto del Distretto delle Testimonianze di Civiltà delle Terre della Primavera Sacra e della Riviera Delle Palme, potrebbe contribuire ad avviare questo processo innovativo, emulando, almeno in parte, quanto realizzato in Toscana con la realizzazione del Parco della Val di Cornia.

Per quanto riguarda la nostra città sarebbe sufficiente incominciare almeno a tenere in debito conto almeno qualcuna delle proposte formulate per la realizzazione del Parco Culturale ed Ambientale di Ascoli Giardino di Pietra.

Non si tratterebbe certamente di una risoluzione definitiva dei problemi, ma almeno di un avvio di un nuovo percorso capace di aprire prospettive di sviluppo per la città e per il benessere della comunità.

Se l’Amministrazione intenderà intraprendere questo percorso innovativo, la nostra Sezione conferma la sua disponibilità a fornire una piena e disinteressata collaborazione.

Ad ogni buon conto riteniamo opportuno, ancora una volta, allegare una copia delle proposte elaborate per questo parco, disponibili comunque fornire copia anche dei testi elaborati per gli altri Parchi riguardanti la città e il suo territorio, tra cui quello innovativo e straordinario per la Nuova Montagna dei Fiori.


da Italia Nostra sez. di Ascoli Piceno





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-10-2019 alle 11:07 sul giornale del 02 novembre 2019 - 205 letture

In questo articolo si parla di attualità, italia nostra, ascoli piceno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bchI





logoEV