I comitati dei terremotati esclusi dalla cabina di coordinamento: "Esclusione non corretta"

Terremoto Fiastra 1' di lettura 21/12/2019 - Il Coordinamento dei Comitati dei Terremotati del Centro Italia ha inviato, tre giorni fa, al commissario Farabollini la richiesta di un incontro in osservanza dell’ordinanza terremoto n.36 che prevede la partecipazione delle popolazione alle decisioni sulla ricostruzione post sisma.

La riunione della cabina di coordinamento, indetta il 19 dicembre 2019, a Roma è stata riservata ai vice commissari regionali e ad alcuni sindaci. Ci sembra una esclusione non corretta vista la convocazione del nostro Coordinamento in occasione delle consultazioni del Presidente del Consiglio per la formazione del governo e l'accoglimento da parte sua di istanze dello stesso Coordinamento non ascoltate in precedenza. Ci sembra anche non motivata la mancata convocazione richiesta dai rappresentanti delle associazioni professionali operanti sul campo.

Ancora una volta il commissario in una riunione ristretta decide i contenuti delle ordinanze che rappresentano l’ultima possibilità di salvare il territorio. L’approvazione della legge ha lasciato in sospeso alcune questioni importanti e decisive ai fini della semplificazione di norme per la ricostruzione post terremoto e ritenevamo necessario partecipare con alcuni nostri rappresentanti all’iter di formazione di tali ordinanze. Vogliamo augurarci che il commissario ci convochi al più presto per illustrarci i dettagli delle sue proposte in merito a ordinanze di attuazione decisive per le sorti di una veloce ricostruzione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-12-2019 alle 14:58 sul giornale del 23 dicembre 2019 - 188 letture

In questo articolo si parla di politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/beno





logoEV