Orsolini, il talento dell'Ascoli in rampa di lancio

2' di lettura 02/01/2020 - Col Lecce ha fatto fuoco e fiamme, due gol di cui uno da vero fuoriclasse. Stiamo parlando di Riccardo Orsolini, classe 1997, ascolano. Il suo talento, dopo un po’ di gavetta, sta finalmente venendo fuori.

Orsolini è uno dei talenti cresciuti nell'Ascoli, che dopo essere tornato tra i cadetti qualche stagione fa, anche se è dato tra gli outsider per i bookmakers sportivi, potrebbe rivelarsi una squadra sorpresa di questo avvincente campionato di Serie B, che quest'anno sembra avere molte contendenti per la zona playoff.

L’esterno indossa subito la maglia dell'Ascoli e fa il suo esordio con la prima squadra a 18 anni, in Lega Pro. È il 26 marzo 2016 quando l’allora tecnico dell’Ascoli, Devis Mangia, lo fa esordire da titolare.
Le capacità di Riccardo attirano ben presto l’attenzione delle grandi: la spunta la Juventus, che nel gennaio 2017 l’acquista a titolo definitivo per il giugno successivo.

Poi, alti e bassi. L’Atalanta, prima: Gasperini non lo vede, Orsolini fatica a far vedere le proprie qualità, così arriva il Bologna, la squadra dove, piano piano, il suo talento comincia a rifare capolino. Nella stagione 2018-2019 Riccardo disputa un girone di ritorno di ottimo livello; anche la stagione 2019-2020 comincia bene, poi un periodo di appannamento rischia di rallentare ancora la crescita dell’esterno. Fino a che, qualcosa cambia. Orsolini comincia a giocare, tanto e bene. Arriva la Nazionale, la prima convocazione di Roberto Mancini, e con essa la speranza di giocare l’Europeo.


“Devo ringraziare Mihajlovic” afferma Orsolini, che anche secondo la stampa sportiva deve molto al tecnico serbo.
L’allenatore, da poco tornato in panchina dopo il trapianto di midollo, ha saputo creare uno schema d’attacco in cui attorno al regista offensivo Palacio, sempre in forma nonostante l’età che avanzi, giostrano i vari Soriano, Santander, Sansone, Destro e, per l’appunto, Orsolini. Col Lecce, Riccardo ha infranto un piccolo record: è il giocatore più giovane di questa Serie A ad aver realizzato una doppietta.
La crescita è evidente, dunque, ma la strada è ancora lunga: per guadagnarsi la conferma in Nazionale e magari disputare l’Europeo, dovrà continuare a giocare su questi livelli.

Orsolini è uno dei giocatori dal talento più cristallino usciti dal vivaio dell’Ascoli, che quest’anno ha deciso di puntare sui giovani per il campionato, durissimo, di B. Chissà che nel vivaio o nella rosa della prima squadra non si nasconda il nuovo Riccardo.






Questo è un articolo pubblicato il 02-01-2020 alle 14:48 sul giornale del 02 gennaio 2020 - 243 letture

In questo articolo si parla di sport, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/beDT





logoEV