Ricostruzione, Inarsind: "Rete Professioni tecniche insoddisfacente e senza nostro mandato di rappresentanza"

Terremoto 2' di lettura 30/01/2020 - Siamo stanchi di fare comunicati che elencano errori, mancanze, inadeguatezza nonché l’incapacità delle Istituzioni a prendere nella giusta considerazione le nostre proposte di soluzione alle problematiche della ricostruzione, già da tempo ed in tutti i modi formalizzate.

Se non fosse che di mezzo ci va la vita di decine di migliaia di persone e l’esistenza stessa di migliaia tra liberi professionisti ed imprese, potremmo anche restarcene tranquilli in platea a guardare come non si deve gestire un’emergenza, che ricordo, ha provocato tanti morti e decine di migliaia di sfollati.

Stiamo ancora cercando di capire, anche attraverso un accesso agli atti di cui ancora non abbiamo riscontro, perché dopo quasi un mese e mezzo dalla loro dichiarata approvazione, si sono perse le tracce di importanti Ordinanze Commissariali; dove sono finiti gli anticipi previsti , che per legge spettano ai professionisti; che fine ha fatto la semplificazione.

Purtroppo la rete delle professioni tecniche, a cui qualcuno ha affidato l’onere e l’onore di rappresentarci, in questi anni nei tavoli istituzionali, non è stata in grado di farlo in maniera soddisfacente; anzi, riteniamo che avallando e firmando, senza le necessarie approvazioni della base, ordinanze e schemi di contratti, abbia contribuito ad aggravare la condizione di precarietà economica e lavorativa di noi liberi professionisti. Pertanto, per quanto ci riguarda, la Rete delle Professioni tecniche non ha il nostro mandato di rappresentanza, che per altro non abbiamo mai dato, e rivendichiamo perciò, la presenza di INARSIND Marche a rappresentare i liberi professionisti ai tavoli in cui si decidono questioni di rilevanza per le professioni tecniche.

Siamo decisi a non subire più passivamente nessuna norma o direttiva che ci riguarda senza un nostro preventivo coinvolgimento e, nel caso in cui non venissimo ascoltati siamo pronti ad attivare, in quanto nostra prerogativa, tutte le iniziative ed ogni altra azione a tutela dei nostri rappresentati.

Inarsind






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-01-2020 alle 16:12 sul giornale del 31 gennaio 2020 - 1004 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerino, marche, ascoli, ricostruzione, sisma, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfHw