Fermo: Covid, gestione delle quarantene: compagno di classe positivo. Che si fa?

2' di lettura 21/10/2020 - Fronte scuola, in particolare: come viene gestita la messa in quarantena delle classi? A chiarire ogni dubbio è il Dipartimento di prevenzione dell'Area Vasta 4.

La regola, per i contatti stretti di casi positivi al Covid, è l'isolamento di due settimane. Nessun tampone dunque, a meno che, nel corso della quarantena, i soggetti non avvertano sintomi che lasciano dedurre il contagio. In tal caso va immediatamente avvertito il Dipartimento di prevenzione o il proprio medico curante per essere sottoposti a tampone.

Se tutto va bene, trascorsi i 14 giorni in casa, si potrà tornare tra i banchi.

Una scelta questa presa dall'Area vasta in considerazione della circolare emanata la settimana scorsa dal ministro della Sanità che ha stabilito l'isolamento di 14 giorni, abbreviato a 10 previo tampone negativo. Tampone - sostiene il direttore Livini - che andrebbe effettuato dal decimo giorno, e che, considerato il tempo necessario per elaborarlo e comunicarne l'esito all'interessato, i 14 giorni sono pressoché raggiunti.

Livini inoltre, ricorda a tutte le persone in attesa di tampone entrate in stretto contatto con dei positivi di restare in isolamento fino all'esito negativo del test.

Poiché, infine, è accaduto che in diversi si sono recati in via Leti, presso il Diagnostic Drive Test, senza appuntamento, va detto - come raccomanda la direzione - che possono presentarsi per essere sottoposte a tampone solo coloro che, tramite il dipartimento di prevenzione o il proprio medico di medicina generale, sono inserite nell'elenco giornaliero e hanno ricevuto l'appuntamento.

Altra notizia è giunta dalla Regione. Il neo assessore regionale alla Sanità Filippo Saltamartini ha annunciato che il Covid Hospital di Civitanova Marche riaprirà i battenti. E lo farà già nei prossimi giorni (dopodomani), con l'apertura di un modulo da 14 posti di terapia semintensiva, così da alleggerire la pressione sugli ospedali e mantenerli "puliti" per le attività ordinarie.

E a proposito di ospedali, intanto, presso il Murri di Fermo si profila la seguente situazione: 28 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive. Sono 3 i nuovi degenti, mentre uno è stato dimesso ed è a casa e altri due sono stati trasferiti nel pomeriggio all'Rsa di Campofilone.


di Benedetta Luciani
redazione@viverefermo.it





Questo è un articolo pubblicato il 21-10-2020 alle 16:57 sul giornale del 22 ottobre 2020 - 245 letture

In questo articolo si parla di attualità, scuole, alunni, articolo, Benedetta Luciani, quarantena, covid

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bzhM





logoEV
logoEV