Statistiche Web

dot Vivere Senzaetà: psicologia, bebè riconoscono false emozioni

immagineSpesso per proteggere i neonati dagli effetti negativi di una situazione stressante i genitori tendono a sorridere ai piccoli anche se il contesto non è sereno. Un nuovo studio canadese ha scoperto che si tratta di una cautela inutile perché i neonati riescono perfettamente a correlare le sensazioni altrui al contesto e a smascherare la falsa felicità in una situazione triste.

Una consapevolezza che emerge a partire dai diciotto mesi di eta', secondo la ricerca promossa da Sabrina Chiarella della Concordia University.

In pratica, i neonati sono in grado di riconoscere la veridicità di un'emozione sulla base del contesto in cui è espressa dagli adulti. Dai dati dello studio emerge che i neonati a quindici mesi non possono comprendere se un'espressione facciale è scollegata o meno dal contesto ma appena tre mesi dopo sviluppano questa abilità e riescono a provare empatia per la tristezza altrui anche quando è dissimulata. La ricerca è stata pubblicata su Infancy: The Official Journal of the International Society on Infant Studies.

 

Nell'ultima uscita: 'In arrivo il nuovo vino metabolico! Previene diabete e obesità'

di Vivere Senzaetà

Spingi su!        

 


Commenti

Vuoi commentare questo articolo?

Nome e cognome (necessario - In caso di dati falsi o incompleti il commento verrà sconsigliato):

Indirizzo email (necessario):
desidero ricevere la newsletter

Accedi o registrati

Il tuo commento:

CAPTCHA ImageInserire il codice in figura:

Immagine troppo complicata?

qrcode

Gli articoli di oggi

ASCOLI SEI GRANDE

METEO

Meteo Ascoli piceno

VIVERE MARCHE

VIVERE ITALIA

RUBRICHE

ARTICOLI PIÙ LETTI