...

Colto da grave malore per insufficienza respiratoria, e ricoverato d'urgenza presso il reparto di Pneumologia dell'ospedale Mazzoni di Ascoli, è in condizioni stabili ma critiche, il noto dottor Gino Zannoni, medico maceratese, ex primario ospedaliero del reparto di Psichiatria della Asur di Civitanova Marche e già ex direttore sanitario dell'ex Cras di Macerata negli anni 70.




...

Il Governo, con un provvedimento del Ministro dell'Ambiente Costa relativo al "Piano Nazionale per la mitigazione del rischio Idrogeologico, il ripristino e la tutela delle risorse ambientali" , ha finanziato con 315 milioni di euro 263 interventi sul dissesto in Italia, di cui 13 nelle Marche in 15 comuni, questi ultimi per un importo di 9,5 milioni di euro.


...

Nei giorni scorsi i Carabinieri Forestali dei Nuclei CITES di Ancona e Fermo e della stazione forestale di San Benedetto del Tronto, hanno eseguito un operazione che ha portato al sequestro di 13 cuccioli di razza Bouledogue francese, appena importati dall'estero da due trafficanti pregiudicati residenti rispettivamente nei comuni di Acquaviva Picena (AP) e Corropoli (TE).



...

Nell’ambito della quotidiana attività di polizia economico-finanziaria posta in essere dalla Guardia di Finanza a tutela delle entrate pubbliche, i finanzieri del Comando Provinciale di Ascoli Piceno hanno scoperto e segnalato complessivamente, alle Procure della Repubblica di Ascoli e Fermo, 25 rappresentanti legali di strutture turistiche ubicate sulla costa picena.






Edizioni Vivere
Accesso universale
Con il tuo username e la tua password puoi accedere e commentare su tutti i quotidiani "Vivere"!...
Edizioni Vivere
La tua opinione è importante
Su tutti gli articoli di questo giornale è possibile lasciare un commento. L'idea che tutti stanno...



...

Non è passato inosservato l’allarme lanciato con un articolo stampa il 10 febbraio 2019 da un locale quotidiano, attraverso il quale venivano segnalate situazioni di degrado all’interno del centrale “Giardino Colucci” di Ascoli Piceno, causate anche dalla presenza di soggetti tossicodipendenti che avrebbero fissato il luogo quale punto di ritrovo per l’assunzione di sostanze stupefacenti, con potenziali pericolosità in danno degli anziani, delle donne e dei bambini.