...

Nella congiuntura attuale investire i soldi risparmiati non è semplice, specialmente perché trovare un prodotto affidabile è un'operazione complessa. Spesso si finisce per orientarsi sulle polizze d'investimento, ma le compagnie di assicurazioni possono riservare ai loro clienti qualche rischio. Questo tipo di strumenti sono da cancellare della lista, ma prima di scartarli e guardare altrove è bene conoscere nel dettaglio i pericoli e i lati oscuri. Va sempre tenuto presente, in ogni caso, che il rendimento alto comporta rischi, ma se si vuole sicurezza ci si deve accontentare. Cosa c'è da sapere?


...

“Abbiamo bisogno di strumenti che permettano di prevenire e contrastare in modo strutturato le irregolarità e gli abusi – dichiarano Silvia Spinaci e Rocco Gravina, Responsabili Cisl per l’area del sisma - In questi mesi molte volte con l’ordinaria azione sindacale della nostra categoria siamo riusciti a correggere situazioni di irregolarità o di ritardo nei pagamenti dei lavoratori, ma senza strumenti di controllo forti come quelli che chiediamo ormai da tempo non riusciremo ad arrivare alla radice degli abusi e, in una realtà complessa come quella dei cantieri della ricostruzione, rischiamo un’azione di tutela limitata ai pochi casi che arrivano alla denuncia esplicita”.





...

Il collegato fiscale (in vigore dal 5 dicembre 2017) e la legge di Bilancio 2018 (in vigore dal 1° gennaio 2018) approvati recentemente dal parlamento contengono interessanti novità per le imprese ubicate all’interno del cratere sismico centro Italia colpito dal terremoti ad agosto ed ottobre 2016 e gennaio 2017. Ne riepiloghiamo di seguito le novità più rilevanti.



...

Con la chiusura del 2017 il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ascoli Piceno ha salutato il proprio Comandante, Colonnello Massimo Patrizio PAOLUZI, che pur avendo raggiunto i limiti di età previsti, era stato ulteriormente trattenuto in servizio altri sei mesi dal Comando Generale, per seguire e coordinare la difficile fase creatasi col terremoto a seguito della quale c’era stato l’immediato trasferimento delle Fiamme Gialle presso la nuova sede di Palazzo Catenacci, causa l’inagibilità intervenuta sulla precedente caserma.