“Affrontare l’emergenza, aiutare la ricostruzione, risolvere il tema del personale, dare sostegno agli enti locali, accelerare le procedure per la realizzazione delle opere di urbanizzazione necessarie per casette, per le stalle e per le scuole, riconoscere il danno indiretto alle attività turistiche e commerciali”.


“Un incontro molto positivo, nel corso del quale l’Unione europea ha manifestato attenzione e solidarietà verso le zone terremotate dell’Italia centrale. Le istituzioni si sono mostrate vicino alle comunità locali ed è questa l’Europa che tutti auspichiamo”.


Alla Camera sul Decreto Terremoto si sono registrati diversi errori, mancanze e molte criticità aperte e lontane da una soluzione.


“La Regione Marche guarda con attenzione al Piceno e punta a capitalizzare al massimo le opportunità offerte dal riconoscimento dell’area di crisi complessa”.


I rifiuti solidi urbani del territorio piceno verranno abbancati temporaneamente nelle discariche in località San Pietro di Torre San Patrizio e in località San Biagio nella provincia di Fermo.


Il Tar Lazio ha emanato una sentenza importante in merito alla sanzione che la Corte di giustizia europea ha irrogato all'Italia per la mancata bonifica di circa 200 discariche abusive presenti sul nostro territorio.


Una delegazione di amministratori marchigiani, guidata dal senatore Remigio Ceroni, si è recata a Bruxelles al Parlamento Europeo per approfondire la tematica dei fondi europei a gestione diretta, in modo da poter cogliere tutte le possibilità utili alla ricostruzione post-terremoto, nel corso di un incontro con l'europarlamentare onorevole Alessandra Mussolini.


Lunedì nel corso dell'audizione in commissione Ambiente sul DL Terremoto ci sarebbe piaciuto conoscere l'opinione del presidente dell'Anac, Raffaele Cantone, sul caso del consorzio Cns, il quale aveva vinto la gara per la realizzazione delle casette prefabbricate dei terremotati e che il 20 febbraio è stata oggetto della sentenza definitiva del Consiglio di Stato che conferma l'accusa di aver partecipato a un cartello per la manipolazione di un appalto da 1,6 miliardi di euro sulla pulizia delle scuole.


Il direttore dell'Ufficio speciale per la Ricostruzione post sisma ha incontrato una delegazione della rete 'Terre in moto' che mercoledì mattina ha organizzato un sit in davanti al palazzo della Giunta della Regione Marche. Cesare Spuri ha illustrato la situazione e il lavoro della Regione in questi mesi di emergenza.


Le città di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata, con i propri sindaci Guido Castelli, Paolo Calcinaro e Romano Carancini, sono unite da una visione comune nell’ambito della discussione politica regionale sulla riforma delle Camere di Commercio: due grandi interpreti del sentire imprenditoriale marchigiano, l’una che aggrega le Camere di Commercio di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata e l’altra, a nord, per l’area compresa tra Ancona e Pesaro e Urbino.


Il Presidente della Provincia Paolo D'Erasmo, raccogliendo le sollecitazioni di tutti i sindaci del territorio, ha convocato d'urgenza per lunedì 20 febbraio l'Assemblea dei Sindaci con all'ordine del giorno numerose ed importanti problematiche, tuttora aperte, dovute alla straordinaria doppia emergenza terremoto e neve verificatasi nel mese di gennaio scorso.


Edizioni Vivere
Accesso universale
Con il tuo username e la tua password puoi accedere e commentare su tutti i quotidiani "Vivere"!...
Edizioni Vivere
La tua opinione è importante
Su tutti gli articoli di questo giornale è possibile lasciare un commento. L'idea che tutti stanno...

Mercoledì pomeriggio il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, ha incontrato i rappresentanti della comunità di Capodacqua, frazione di Arquata del Tronto, con il sindaco Leandro Petrucci.


La sensazione che si avverte tra Ascoli e San Benedetto, sul piano sanitario, è quella di una frustrazione molto diffusa tra il personale medico e paramedico. Si vorrebbe fare meglio e di più ma l'organizzazione complessiva non consente di erogare salute come sarebbe giusto e come si potrebbe.


Ecco l'intervento del sindaco di Fermo: Paolo Calcinaro, del sindaco di Ascoli Piceno, l'avvocato Guido Castelli e del sindaco di Macerata Romano Carancini. Uniti spiegano la loro proposta di avere due camere di commercio: una nel sud e una nel nord della regione.


Abbiamo presentato un’interrogazione al Consiglio dei Ministri sui ritardi nella gestione dei moduli abitativi per i terremotati della Regione Marche. In base alle segnalazioni che abbiamo raccolto ci risultano notizie molto gravi ancora una volta sulla gestione dell’emergenza terremoto con la conseguente richiesta della Regione di prorogare l’ospitalità presso gli alberghi della costa fino al prossimo dicembre.


Il Parlamento Europeo sta discutendo una norma sul copyright. Anso lancia un appello agli europarlamentari italiani perché si attivino a tutela delle realtà editoriali.


“I recenti eventi sismici, combinati anche a gravi fenomeni meteorologici, rendono necessaria una forte azione di tutela e rilancio delle attività turistiche nei territori direttamente ed indirettamente colpiti”.


Stiamo analizzando una situazione eccezionale che ha visto il verificarsi di una condizione metereologica senza precedenti anche perché concomitante con un nuovo sciame sismico.


Martedì la notizia che la Regione Marche, a tre mesi dall’ultima potente scossa di fine ottobre, ha deciso di interrompere il contratto con l’azienda incaricata di costruire le cosiddette “stalle provvisorie” per i comuni terremotati.


Nel tardo pomeriggio del 6 febbraio si è tenuto il consiglio dell’Unione della Vallata dei Comuni. Nei punti all’ordine del giorno, la nuova nomina del nuovo presidente. È stato confermato Valerio Lucciarini per altri 30 mesi 8 voti su 13 (2 assenti).


Mentre la terra continua a tremare, il Governo ha licenziato un nuovo Decreto Terremoto, il terzo dalla prima scossa del 24 agosto che contiene importanti strumenti di semplificazione amministrativa, garantendo nuovi fondi per la messa in sicurezza, l'avvio della ricostruzione, l'aiuto alle imprese e ai terremotati delle Marche e del Centro Italia.


Dopo le promesse bisogna passare ai fatti. Non si puo' accettare che ancora molti terremotati vivano in condizioni poco dignitose. Bisogna smetterla di nascondersi dietro la burocrazia e velocizzare i tempi per la consegna dei contaniers e delle casette.


Il Senato ha approvato un Odg della senatrice Serenella Fucksia (Gruppo Misto) relativo al ddl di riordino della Protezione Civile.


Condivido una cosa con la relazione fatta dal presidente Ceriscioli, ossia che in questo caso sulla tragedia che ha investito la regione Marche non è il caso di fare speculazione, mandare messaggi sbagliati o strumentalizzare quanto accaduto.


La Stazione Unica Appaltante della Provincia espleterà le gare di appalto relative ai lavori pubblici e forniture dell'Erap Marche - Presidio di Ascoli Piceno. E' stato infatti sottoscritta una convenzione tra i due enti per organizzare questo importante servizio che verrà erogato da personale e tecnici della Provincia.


Ci sono stati dei motivi per i quali la gestione dell’emergenza nelle Marche è stata fallimentare. Perché non ci si può prendere in giro, si tratta di un fallimento.


Martedì (31 gennaio) alle 16, il ministro Valeria Fedeli incontrerà le segreterie regionali di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals Confsal di Marche, Abruzzo, Umbria e Lazio oltre ai rispettivi responsabili degli Uffici Scolastici Regionali per esaminare le problematiche della scuola nelle regioni strette tra l'emergenza terremoto e l'emergenza neve.


Dopo 3 mesi dall’ultima assise – pausa forzata a causa delle tante emergenze - si è tenuto il Consiglio comunale a Offida, all’Enoteca regionale di Offida, a causa dell’inagibilità attuale della Sala Consiliare. Assente Claudio Sibillini.


Nel 2012 la Giunta del Comune di Folignano, guidata dal Sindaco Flaiani, evidentemente a conoscenza dell'obbligo di legge (in vigore dal 2003 ma con scadenza improrogabile nel 2013) per tutti i Comuni di effettuare indagini di VULNERABILITÀ SISMICA sugli edifici pubblici, decise di effettuare tali indagini SOLTANTO sulla Scuola Primaria di Villa Pigna.


"A seguito dell'ondata di maltempo che investito pesantemente le Marche più di una settimana fa, sono ancora centinaia le utenze di energia elettrica interrotte in provincia di Ascoli Piceno.


Un pacchetto di emendamenti è stato presentato dalla senatrice del Pd, Camilla Fabbri, al cosiddetto dl Milleproroghe.


L'On. Tommaso Ginoble e l'On. Emanuele Lodolini sono i primi firmatari dell'interrogazione presentata al Ministro dell’Economia e dello sviluppo economico Carlo Calenda sottoscritta anche dai deputati marchigiani Agostini, Petrini, Manzi, Morani e Marchetti, per conoscere quali iniziative il Governo intenda assumere nei confronti dell’Enel e di Terna in considerazione dei disagi che tuttora si registrano sul territorio abruzzese e marchigiano a seguito della ondata di maltempo che ha investito pesantemente Abruzzo e Marche e che, ad una settimana dalla maggiore criticità, si registrano ancora migliaia di utenze di energia elettrica interrotte in provincia di Teramo, Ascoli Piceno e Macerata.


"Oggi sono risultati evidenti due obiettivi del Governo: la ricerca della verità e la volontà di accelerare i tempi per la ricostruzione". Così la senatrice del Pd, Camilla Fabbri, in merito all'informativa tenuta mercoledì, in Senato, dal presidente del Consiglio Gentiloni, relativamente all'emergenza maltempo e al sisma.


Burocrazia e lungaggini stanno mettendo in ginocchio chi ha dato accoglienza agli sfollati del sisma. Il costo dell'emergenza non può gravare sugli albergatori e sulla loro disponibilità.


Capisco perfettamente e mi immedesimo empaticamente nel senso di impotenza e di frustrazione di allevatori, come quelli che ho visitato a Gualdo, Sarnano e paesi limitrofi quando assisto all’arrivo di personale che chiede loro di compilare per l'ennesima volta moduli su moduli per avere dati già più volte forniti nell’arco di questi mesi.