...

L'emergenza Coronavirus sta mettendo tutti noi a dura prova, sia a livello personale che lavorativo. L'informazione locale online, snella, efficiente, velocissima e vicina alle persone è un modello che in questo periodo può aiutarci ad affrontare questo momento difficile ed il futuro.









...

E’ imponente il dispositivo messo in campo dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ascoli Piceno in queste fasi di emergenza sanitaria, coinvolto, infatti, al pari di tutte le altre Forze di Polizia, in quelle attività di prevenzione e tutela della saluta pubblica che stanno interessando l’Italia intera e che, in provincia, vengono attuate sulla scorta delle direttive emanate dalla locale Autorità Prefettizia nell’ambito del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e in osservanza delle Ordinanze emesse dal Questore, volte a materializzare “sul campo” tutte le misure di contenimento della diffusione del famigerato “Coronavirus”.
















...

Gli enormi progressi avvenuti nei differenti ambiti tecnologici, stanno dirottando le forme standard di intrattenimento verso media diversi e di ultima generazione.




...

Il Carnevale di Ascoli Piceno anche quest’anno richiamerà migliaia di visitatori e come da tradizione saranno proposti in vendita variegati gadget a tema, sui quali l’attenzione dei militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza si è concentrata al fine di verificare la conformità di tali prodotti agli standard di sicurezza previsti dalla normativa dell’Unione Europea a tutela dei consumatori.


...

È una vicenda di “Esterovestizione” quella scoperta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ascoli Piceno, che ha portato alla denuncia di un locale imprenditore 62enne per i reati previsti dagli articoli 5 “Omessa dichiarazione” e 10 “Occultamento o distruzione di documenti contabili” del Decreto Legislativo n. 74 del 2000 – contemplanti, rispettivamente, la reclusione da un anno e 6 mesi a 4 anni e da un anno e 6 mesi a 6 anni – in relazione a simulazioni sulla gestione di tre società, tutte esercenti l’attività del commercio all’ingrosso di prodotti alimentari, che, stante il quadro delle indagini di polizia giudiziaria delegate dalla Procura della Repubblica di Ascoli Piceno, hanno determinato un’evasione fiscale, in più comparti impositivi, per 15 milioni di euro.