Riconoscimento per il vice sindaco Andrea Maria Antonini

ascoli piceno 10/10/2008 - Importante riconoscimento per il vice Sindaco e assessore alla Cultura, Andrea Maria Antonini.

Nel corso della Conferenza nazionale sulla Ceramica Artistica svoltasi mercoledì a Roma presso la sala del tempio di Adriano durante la quale è stato analizzato il settore della ceramica artistica e tradizionale in tutti i suoi aspetti evidenziandone le differenti problematiche nell’ottica d’individuazione di future strategie e politiche di sviluppo, è stato nominato con decreto ministeriale (Ministero Attività produttive) membro del Consiglio Nazionale Ceramico. Il Consiglio Nazionale Ceramico è l’organismo più importante sul territorio nazionale a sostegno della politica del governo per lo sviluppo e tutela della ceramica artistica ed è presieduto direttamente dal Ministro delle Attività Produttive. La notizia della nomina è stata accolta con vivo compiacimento dall’esecutivo comunale quale importante riconoscimento del lungo e proficuo lavoro che l’Amministrazione ha profuso per la valorizzazione della ceramica ascolana in questi anni.



Un lavoro che ha portato al riconoscimento di Ascoli Piceno quale Città di Antica Tradizione Ceramica, all’ingresso nell’Associazione Italiana Città della Ceramica e nel conferimento, da parte del Ministero, del marchio di Ceramica Antica e Tradizionale da applicare ai manufatti delle botteghe ascolane. Non vanno poi dimenticati altri importanti risultati conseguiti tra i quali, oltre al convegno nazionale sul Marchio di Ceramica Antica e Tradizionale spicca senz’altro la creazione del Museo dell’Arte Ceramica.



Il Consiglio nazionale ceramico ha, tra i suoi compiti principali, quello di tutelare la ceramica artistica e tradizionale, valorizzandone il patrimonio storico e culturale tradizionale nonché i modelli e i decori tipici, e la ceramica italiana di qualità. Inoltre vigila sull\'applicazione della legge istitutiva dell’Associazione (che persegue l\'obiettivo della creazione di una rete nazionale delle città ove storicamente è venuta a svilupparsi una significativa attività cera mistica) e sull\'osservanza dei disciplinari di produzione. L’Associazione concorre, inoltre, in Italia e all\'estero, a tutelare la ceramica artistica e tradizionale italiana nonché quella di qualità, coordinando la propria attività con le regioni, lo stato, i consorzi o enti ceramici e ogni altro ente od organismo interessato.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 10 ottobre 2008 - 1848 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, Comune di Ascoli Piceno





logoEV