Cpo ascolano: spiraglio per i dipendenti

ascoli piceno 2' di lettura 30/01/2009 - Si apre uno spiraglio nella vicenda dei dipendenti del Cpo ascolano. L\'altro ieri, al termine di un incontro avuto con Alessandro Bugiardini, responsabile Risorse Umane Regionale centro Nord delle Poste Italiane SpA, sede di Bologna, il sindaco Piero Celani, che si era fatto carico con i rappresentanti sindacali dei lavoratori di trovare una soluzione alla vicenda, ha ottenuto ampie garanzie sul futuro dei dipendenti del Centro Postale Operativo di Ascoli.

L’Amministrazione Comunale – ha ricordato il sindaco Celani – da tempo segue le vicende legate al Centro Postale Operativo di Ascoli Piceno le cui attuali lavorazioni dovevano essere trasferite ad Ancona e con esse anche numerosi dipendenti. Per questo abbiamo chiesto a Poste Italiane un sereno confronto sulle strategie legate ai servizi postali sul territorio perché il ridimensionamento del CPO di Ascoli Piceno con lo spostamento delle lavorazioni al CMP di Ancona avrebbe aperto un nuovo scenario che non rasserenava certamente i lavoratori interessati e le loro famiglie”.


L\'altro ieri, come detto, l’incontro Alessandro Bugiardini. “E’ stato un incontro molto proficuo – ha proseguito il primo cittadino ascolano – che ha permesso un sereno esame della vicenda. Il dr. Bugiardini si è dimostrato molto sensibile e disponibile alla ricerca di una soluzione che, infine, è stata trovata”. Ad Ascoli, infatti, verrà posto il sistema di video codifica il che consentirà a quasi tutti i dipendenti del CPO ascolano di restare in sede anziché doversi trasferire ad Ancona.


In questo difficile momento di crisi economica – sottolinea il sindaco Piero Celani – il trasferimento di lavoratori ad Ancona sarebbe stato un ulteriore colpo al mondo del lavoro locale. Eppure, dai dati in mio possesso, sapevo che il CPO di Ascoli aveva, dalla sua, costi bassissimi, massima efficienza, ottima qualità e nessun ricorso a straordinari. Tutte motivazioni che sono state utili nell’incontro che ho avuto con il responsabile RUC.N. delle Poste Italiane di Bologna e con lui trovare una soluzione positiva a questa vicenda”.


Alessandro Bugiardini si è inoltre impegnato ad incontrare nei prossimi giorni le Organizzazioni Sindacali per concordare un comune percorso per giungere alla soluzione della vicenda.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 30 gennaio 2009 - 1949 letture

In questo articolo si parla di politica, ascoli piceno, Comune di Ascoli Piceno, cpo ascolano