Zuccatelli risponde alle critiche sull\'area vasta n. 5

2' di lettura 03/05/2009 - Il dottor Zuccatelli, direttore della zona territoriale n.13 di Ascoli, con un comunicato stampa ha voluto rispondere alle critiche e alle valutazioni espresse da diversi politici sulla sanità dell\'area vasta n.5.

Il dottor Zuccatelli, direttore della zona territoriale n.13 di Ascoli, con un comunicato stampa ha voluto rispondere alle critiche e alle valutazioni espresse da diversi politici sulla sanità dell\'area vasta n.5. Il direttore ha ricordato gli sforzi profusi dalla Regione per riorganizzare, potenziare e qualificare tutte le attività socio-sanitarie del territorio, con una particolare attenzione per il sud delle Marche.

Oltre al confronto molto proficuo tra le varie componenti tecnico-professionali delle zone 12 e 13, Zuccatelli ha ribadito la piena collaborazione e sintonia con il collega sanbenedettese, riguardo la volontà espressa dalla giunta regionale in merito all\'istituzione dell\'azienda unica sanitaria tra Ascoli e San Benedetto. In settimana erano circolate voci riguardo lo spostamento e la chiusura di alcuni servizi, ma il direttore ha ricordato che nulla potrà essere deciso fino a quando non finirà il periodo di ascolto e di confronto tre le varie componenti tra cui le due comunità cittadine. Inoltre ha smentito le voci circa i nomi dei candidati a direttore delle Strutture Complesse Ospedaliere ricordando le procedure concorsuali e per il trasferimento del Sert in altra sede, Zuccatelli si è detto favorevole ma ha sottolineato le enormi difficoltà nello spostare un servizio così importante e delicato.

Per quanto concerne l\'acquisizione della PET e di altri importanti investimenti, il direttore ha indicato la risoluzione della vendita dell\'ospedale vecchio, per cui la zona territoriale 13 è creditrice di ben 2,7 milioni d\'euro nei confronti del comune. In fine il dottor Zuccatelli ha ribadito di voler esrcitare il proprio ruolo in piena sintonia con la programmazione della regione, per un progetto complesso e di ampio respiro che dovrà fare i conti con quanti vorranno ostacolare i cambiamenti in atto.





Questo è un articolo pubblicato il 03-05-2009 alle 16:38 sul giornale del 04 maggio 2009 - 1251 letture

In questo articolo si parla di attualità, Gianluca Trasatti