Punto nascite, continuano le polemiche

1' di lettura 07/05/2009 - Continuano le polemiche riguardo l\'istituzione dell\'azienda sanitaria unica di Ascoli e San Benedetto ed il conseguente dislocamento dei servizi.

Continuano le polemiche riguardo l\'istituzione dell\'azienda sanitaria unica di Ascoli e San Benedetto ed il conseguente dislocamento dei servizi. Domenica passata è iniziata la raccolta di firme in appoggio alla campagna \"Voglio nascere ad Ascoli\".

Iniziativa \"partorita\"(tanto per rimanere in tema) dal candidato del PDL Guido Castelli e sostenuta anche da \"Agire Libere\" e \"Fidapa, il Sorriso dell\'occidente\", due associazioni di donne ascolane, preoccupate per l\'ipotetica chiusura del reparto di neonatologia al Mazzoni. Il direttore della zona territoriale 13 Giuseppe Zuccatelli, ha ribadito la necessità di attendere la fine del lavoro di ascolto e approfondimento tecnico in atto, prima ancora di esprimere giudizi campati in aria, ma di fatto non ha smentito l\'ipotesi del trasferimento del punto nascite dal Mazzoni al Madonna del Soccorso.

Tenendo conto della volontà espressa dalla regione in materia di Sanità, il dottor Zuccatelli ha voluto precisare che nemmeno Castelli, in caso di vittoria potrebbe pensare di mantenere i tutti i servizi invariati. In pratica si tratterebbe solo di decidere quale servizio trasferire ed il reparto di neonatologia sembrerebbe essere tra i favoriti, ma qui usare il condizionale è d\'obbligo.





Questo è un articolo pubblicato il 07-05-2009 alle 17:27 sul giornale del 07 maggio 2009 - 1077 letture

In questo articolo si parla di attualità