Il futuro della Sanità nel Sud delle Marche

2' di lettura 23/05/2009 - L\'Area Vasta n.5 è una realtà ed oggi sono stati illustrati i progetti di integrazione tra le due Zone, definiti dagli appositi Gruppi di Lavoro.

L\'Area Vasta n.5 (Zone Territoriali di Ascoli e S.Benedetto del Tronto ) è una realtà ed oggi sono stati illustrati i progetti di integrazione tra le due Zone, definiti dagli appositi Gruppi di Lavoro. Alla presenza dei due Direttori di Zona, Dott. Giuseppe Zuccatelli e Dott. Giuseppe Petrone, del Direttore dell\' ASUR Dott. Roberto Malucelli e del Dott. Carmine Ruta Direttore del Servizio Salute della Regione Marche, si è tenuto un incontro al quale hanno partecipato, i Direttori delle Unità Operative e i Dirigenti Amministrativi per illustrare il futuro della Sanità nel Sud delle Marche.

Partendo da un progetto di integrazione avviato nel 2007, sono state esposte proposte concrete per i Servizi di Neurologia, Pneumologia e Otorinolaringoiatria. Il Dott. Zuccatelli ha ribadito ai presenti che tutti saranno coinvolti nei prossimi anni in questo processo e, considerata la deliberazione della giunta Regionale \"Proposta di Istituzione dell\' Azienda Ospedaliera Ospedale Riuniti Marche Sud\", l\'obiettivo finale è creare un nuovo polo ospedaliero perfettamente integrato con la realtà territoriale.

L\'Azienda Ospedaliera nasce per avere un futuro di alta competitività, con tecnologie importanti e con professionisti qualificati, tutto ciò porterà ad un miglioramento della qualità dei servizi, ad esclusivo vantaggio del cittadino del Sud delle Marche. Zuccatelli, al di là dei ben accetti fondi per la ristrutturazione dei due presidi esistenti, si è pronunciato a favore di un futuro ospedale di vallata per garantire servizi all\'avanguardia.





Questo è un articolo pubblicato il 23-05-2009 alle 18:31 sul giornale del 23 maggio 2009 - 1273 letture

In questo articolo si parla di attualità





logoEV