Carnevale sambenedettese: l\'assessore Gabrielli su pretesa sindaco Gaspari

provincia di ascoli piceno logo 11/08/2009 - In occasione dell’edizione estiva 2009 del “Carnevale Sambenedettese”, manifestazione che sta diventando uno dei fiori all’occhiello degli appuntamenti turistici della Riviera è accaduto un episodio increscioso che intendo stigmatizzare come mancanza di rispetto nei rapporti tra Istituzioni.

Il sindaco Gaspari ha preteso dal presidente dell’Associazione “Amici del Carnevale”, Malavolta, che fosse lui l’unico rappresentante delle Istituzioni a portare il saluto dal palco prima dell’avvio della sfilata ignorando completamente la presenza della Provincia. Considero questo gesto non solo un’evidente caduta da stile ma anche e, soprattutto, uno sgarbo non tanto verso la mia persona, quanto verso l’istituzione Provincia che in quel momento ero lì a rappresentare in qualità di Assessore al Turismo.


Un gesto tanto incomprensibile quanto stonato, specie se si considera che, prima della sfilata, era stata fatta una conferenza stampa congiunta Regione, Provincia e Comune proprio per promuovere all’unisono questo avvenimento importante per la città e per il territorio.


A questo punto se il Sindaco Gaspari vuole essere l’unico protagonista e rappresentante del territorio, i Sambendettesi sappiano che dovrà assumersi anche tutte le colpe e le responsabilità del mancato sviluppo della nostra città e che in questo momento ci sembra di capire che vuole rifiutare, solo per logiche partitiche, l’aiuto e il contributo, in termini di idee e di progetti di chi come l’Ente Provincia svolge il proprio ruolo e che, più volte in queste ultime settimane, ha dichiarato di voler essere a fianco di questo territorio per promuoverne il rilancio e la crescita.

Nonostante questo atteggiamento di chiusura, gli amici della costa sappiano che la Provincia non verrà certamente condizionata dalla miopia del Sindaco Gaspari, anzi la Giunta Provinciale si impegnerà con ancora maggiore energia e passione per lo sviluppo del territorio.

Le battaglie politiche sono legittime, ma devono essere svolte nelle sedi opportune, non certo quando si rappresentano le rispettive Amministrazioni per eventi che coinvolgono la comunità picena. Oltretutto, la Provincia patrocina il “Carnevale estivo”, dando anche un contributo economico per far crescere questa manifestazione che, quest’anno, ha visto la partecipazione di gruppi provenienti dal celebre carnevale siciliano di Misterbianco a testimonianza del prestigio raggiunto dalla rassegna.


Pertanto le Amministrazioni, anche se guidate da coalizioni di segno politico diverso, hanno il dovere di dialogare e di collaborare per il bene e l’interesse generale della collettività.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-08-2009 alle 16:49 sul giornale del 11 agosto 2009 - 1200 letture

In questo articolo si parla di politica, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno, san benedetto, bruno gabrielli





logoEV