Sezioni primavera: 200 bambini avranno la possibilità di tornare all’asilo

2' di lettura 29/11/2009 - Finalmente 200 bambini tra la provincia di Ascoli Piceno e quella di Teramo avranno la possibilità di tornare all’asilo e i genitori potranno così tirare un sospiro di sollievo, considerato il fatto che per un bambino è molto importante interagire attraverso attività ludico ricreative con i suoi coetanei, crescere con il sostegno di educatrici professionali, ma soprattutto tali strutture possono risultare un valore aggiuntivo nella vita di famiglia dando un valido sostegno per innalzare la qualità della vita.

Il presidente della cooperativa Giocamondo Stefano De Angelis, che vanta un’esperienza decennale in tale servizio, è soddisfatto e crede che sia indispensabile garantire questo servizio nel percorso di crescita di ogni bambino. Le educatrici qualificate hanno il compito di affiancare la famiglia garantendo un ambiente sereno e stimolante per il piccolo che può così giocare, esplorare, conoscere insieme agli altri. E’ stato così garantito ai genitori la possibilità di poter lasciare i propri figli in strutture affidabili con personale altamente qualificato e le mamme che nei mesi scorsi avevano lanciato l’allarme possono ora stare tranquille.

La cooperativa Giocamondo di Ascoli Piceno, specializzata in servizi socio-educativi per bambini grazie alle prestazioni professionali delle sue educatrici, torna presente nelle sezioni primavera per l’anno 2009/2010 a fronte anche di qualche ritardo ministeriale circa i fondi stanziati per tale gestione, che andava a posticiparne l’inizio attività in alcune strutture e presso alcuni comuni. In tutta la nazione infatti la situazione è incerta e diverse sono le famiglie che non possono al momento usufruire dell’ assistenza all’infanzia. La società Giocamondo è da anni attenta alle politiche di sostegno alla prima infanzia: tra i progetti selezionati vi sono la scuola Malaspina di Ascoli Piceno, la scuola sacra famiglia di Porto Sant’Elpidio, il comune di Offida, il comune di Moresco e quello di Campofilone e la completa gestione del comune di Acquaviva Picena.

Tale impegno è dettato dalla consapevolezza dell’importanza che tali servizi hanno per i bambini, ai quali vengono così offerti percorsi qualificati di crescita, di stimolo delle potenzialità cognitive e di socializzazione.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-11-2009 alle 15:02 sul giornale del 30 novembre 2009 - 2041 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, Cooperativa Giocamondo





logoEV
logoEV