Al Palafolli torna la rassegna \'Rodi&Ridi\' con il comico Massimo Bagnato

Massimo Bagnato 2' di lettura 19/01/2010 - Venerdi 22 gennaio 2010 alle 21:30 torna, dopo la pausa natalizia, l’appuntamento con la rassegna di teatro comico Rodi&Ridi al Palafolli di Ascoli Piceno con il comico Massimo Bagnato.

Scoperto dal rimpianto Gigi Sabani come imitatore nel lontano 1992, Massimo Bagnato si è fatto conoscere al grande pubblico dopo le innumerevoli partecipazioni al Maurizio Costanzo Show fin dal 1999 per poi comparire quasi regolarmente in molte altre trasmissioni del giornalista romano. Dopo le partecipazioni a programmi come “Libero” con Mammuccari, “Bla bla bla” con Giusti, Lillo & Greg, inizia dal 2007 una proficua collaborazione con Rai Due e le trasmissioni “Scorie”, “Quelli che il calcio…”, “Mattinèe”, “Suarèe”.


Nel contempo prosegue l’attività come autore di trasmissioni radiofoniche, tra le quali “610” di Radio Rai Due con Lillo & Greg. Da gennaio 2010 è entrato a far parte della nuova edizione di Zelig di Canale 5 (che riprende in TV oggi 19 gennaio 2010). Massimo Bagnato si distingue dagli altri comici per la semplicità e la demenzialità delle sue battute, mai volgari, compiaciute o prevedibili.


Al PalaFolli, venerdì 22 gennaio, presenta il Bagnato Show, definito semplicemente show demenziale, è un’esperienza sensoriale apparentemente gestita in maniera esclusiva dall’interprete, ma in realtà governata dal pubblico che ne detta i tempi d’improvvisazione. Spettacolo che alterna il non-sense ad un genere de-genere . Mai volgare. Apolitica. Non interessata al costume, alla coppia, ai media; questa “meta-comicità” celebra se stessa, spesso in una coazione a ripetere che sconvolge chi si aspetta monologhi, infastidisce i filo-barzellettieri irrita gli amanti della battuta telefonata, ma affascina, esalta , interroga chi si abbandona all’evento in modo semplice ma “complesso”.


E’ un’esperienza artistica che accetta ed addirittura si esalta con tutti i rischi del tempo, del gusto e della platea alla quale si rivolge, non ammettendo scuse imputate alla variabile “pubblico”; accetta se stessa completamente, rifacendosi a Carmelo Bene e Dario Fo. Dopo lo spettacolo, come sempre, il pubblico sarà ospite, insieme all’artista, in Vino a Teatro, degustazione di vino offerto da Collevite Cantine della Marca di Monsampolo del Tronto.


I biglietti possono essere acquistati presso la biglietteria del PalaFolli (0736-35.22.11) al prezzo di Euro 10,00.

Info www.palafolli.it








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-01-2010 alle 19:03 sul giornale del 20 gennaio 2010 - 1465 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, ascoli piceno, palafolli





logoEV