Accordo tra il consorzio Consav e il mondo del volontariato

soldi 2' di lettura 18/03/2010 - Dodicimila euro l’anno scorso e già tremila raccolti in questi primi tre mesi del 2010: la collaborazione tra il consorzio Consav, che raccoglie quarantacinque meccanici della Vallata del Tronto e una ventina di associazioni di volontariato è ormai decollata e raccoglie anche riconoscimenti, non solo tra i clienti.


Il Consav infatti è risultato terzo al concorso regionale “Volontariato & imprese” 2009 - Esperienze innovative di partnership, indetto dal Centro servizi per il volontariato (Csv-Avm) – Marche e conclusosi sabato scorso all’Abbadia di Fiastra, all’interno del convegno “Il valore sociale ed economico del volontariato”.

Il Csv-Avm, nella sua sede territoriale di Ascoli, è l’ente che ha promosso l’accordo con il Consav, in base al quale il consorzio dona a proprio carico un euro per ogni revisione auto, dando la possibilità ai clienti di scegliere l’associazione, tra quelle coinvolte, a cui devolvere la somma.

Questa sinergia, nata nel 2008, “ha dimostrato – dice Ubaldo Sabbatini, presidente del Csv-Avm di Ascoli – che il mondo del volontariato può fare sistema con il privato e che le imprese possono diventare promotrici di iniziative sociali”. Sabbatini ricorda che l’esempio di “buona pratica” del Consav ha stimolato un’emulazione virtuosa, e infatti la Esso di Pagliare del Tronto (quella della zona industriale) ha deciso di devolvere all’Unitalsi e all’Avis di Spinetoli-Pagliare un euro ogni mille litri erogati.

L’accordo fatto dal Consav “non è solo un questione di soldi – spiega Ottorino Pignoloni, presidente del consorzio – ma è anche un modo per far conoscere e sviluppare le associazioni di volontariato. Per fare un esempio noi mandiamo circa 20.000 lettere l’anno per le revisioni e nelle ultime comunicazioni abbiamo presentato anche questa iniziativa con l’elenco delle associazioni del territorio che aderiscono, spesso sconosciute ai nostri clienti”. Pignoloni spiega che in sostanza il consorzio, invece di investire in pubblicità, ha deciso di impegnarsi in un progetto che avesse una ricaduta positiva su chi nel territorio si occupa gratuitamente di aiutare gli altri. Un esempio di sinergia di cui hanno beneficiato sia le imprese, dato il riscontro positivo avuto dai clienti, sia il mondo del volontariato e che Pignoloni si augura sia seguito da altri soggetti del mondo imprenditoriale.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-03-2010 alle 19:34 sul giornale del 19 marzo 2010 - 868 letture

In questo articolo si parla di attualità, csv marche, ascoli piceno, soldi, euro