Biomasse in Valmenocchia, la protesta dei cittadini

2' di lettura 17/05/2010 - Divampa la protesta dei cittadini di cinque comuni della Valmenocchia per l’ipotesi dell’insediamento di un nuovo impianto di produzione di energia elettrica alimentato da biomasse di oli vegetali.

La Raccolta di firme proposta dal Comitato “Villa Santi – Valmenocchia” sta riscuotendo molto, moltissimo successo. Ieri mattina nello stand allestito a Montefiore dell’Aso dai promotori in tantissimi hanno firmato la sottoscrizione con la quale si chiede maggiore chiarezza sul progetto della Texon Italia e la “revoca in autotutela dell’autorizzazione per la realizzazione dell’impianto nel comune di Ripatransone”. Impianto che si verrebbe a trovare in un territorio che però di fatto è direttamente confinante con altri comuni di quella che fino ad oggi è considerata una vallata dal grande valore culturale, ambientale, turistico e naturalistico. Ieri forte la presenza di persone nello stand in fila lungo Belvedere de Carolis per firmare la sottoscrizione. Raccolte altre 400 firme nel giro di due ore. Gli stand del comitato informeranno tutti i cittadini dei comuni che non sono ancora a conoscenza del nuovo insediamento anche nei prossimi giorni e che stanno vedendo l’adesione dei residenti di Ripatransone, Montefiore dell’Aso, Massignano, Cupramarittima e Carassai.

Nel documento che accompagna la mobilitazione si sottolinea che “i cittadini della Vallata de Menocchia – si legge – ritengono che il progetto in questione non sia compatibile con la vocazione agricola, vitivinicola, vivaistica e turistico ricettiva della zona e lo ritengono dannoso per l’ambiente e per la salute dei cittadini stessi”. Innanzitutto l’indignazione parte dal fatto che il progetto sia stato avanzato senza una consultazione preventiva di tutti i comuni che si affacciano su quest’area che non sono stati informati sin dall’inizio. Il comitato Villa Santi andrà avanti con diverse iniziative. Prossimo passo mercoledì 19 maggio con una trasferta ad Ascoli Piceno per far sentire le proprie forti e fondate ragioni e dubbi alla Conferenza dei servizi che si terrà presso la sede del Servizio tutela ambientale della Provincia di Ascoli Piceno. Parteciperanno dalle 8,30 alle 10 e 30 in molti all’appuntamento per fa capire che i cittadini vogliono “decidere il proprio futuro e quello del loro territorio”.

-NO ALLA CENTRALE ALIMENTATA DA BIOMASSE
-A GONFIE VELE LA RACCOLTA DI FIRME CONTRO L’INSEDIAMENTO DELL’IMPIANTO IN VALMENOCCHIA
-ALTRE 400 FIRME IN SOLO DUE ORE A MONTEFIORE
-CITTADINI INDIGNATI IN TRASFERTA MERCOLEDI’ 19 ANCHE AD ASCOLI
DAVANTI AL SERVIZIO TUTELA AMBIENTALE DELLA PROVINCIA





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-05-2010 alle 12:01 sul giornale del 18 maggio 2010 - 725 letture

In questo articolo si parla di attualità, biomasse, Comitato Villa Santi Valmenocchia, La protesta dei cittadini, Montefiore dell’Aso





logoEV
logoEV