Confcommercio: i saldi estivi vanno anticipati al 3 luglio

saldi 2' di lettura 19/06/2010 -

Le date di inizio dei saldi di fine stagione sono da sempre oggetto di polemiche tra chi le vorrebbe anticipate e chi invece le preferirebbe posticipate. Una polemica destinata a continuare nel tempo, almeno fino a quando non si arriverà ad una data di inizio uguale per tutte le regioni d’Italia.



E così ci risiamo anche per l’inizio degli ormai prossimi saldi estivi per i quali la Regione Marche aveva previsto d’iniziarli da mercoledì 7 luglio, così come per l’anno passato, che probabilmente da un po’ tutti era stata considerata una data equa. Ma poi, due giorni fa, la confinante Regione Abruzzo che aveva calendarizzato l’inizio delle vendite di fine stagione dal 10 luglio è tornata sui propri passi anticipandola a sabato 3 luglio, come aveva peraltro già deciso da tempo la stessa Emilia Romagna, con le Marche che sarebbero rimaste “spiazzate” nel mezzo. “Alla luce di una tale situazione - ha precisato il direttore Confcommercio Giorgio Fiori - ci siamo immediatamente mossi per richiedere alla Regione Marche l’anticipo dei saldi, anche per noi, a sabato 3 luglio così come peraltro c’è stato sollecitato dalla stragrande maggioranza degli operatori associati”.

“In tantissimi - spiega Fiori - ci hanno fatto presente che i negozi, per lo più del settore abbigliamento, vuoi per la crisi economica, vuoi per il maltempo che si è protratto sino a pochi giorni fa, sono ancora pienissimi di capi estivi che possono essere più celermente esitati solo con la formula dello sconto e facendo in modo che la partenza degli stessi sconti coincida con il sabato, giorno clou dedicato agli acquisti”.

“La cosa che più ci ha meravigliati e nel contempo ancor più preoccupati - sottolinea Fiori - è che una tale sollecitazione ci sia pervenuta dagli operatori della costa quando erano proprio questi, in tempi passati, a lamentarsi delle date troppo anticipate dei saldi estivi, nel periodo clou della stagione turistica.” “Per attendere la conferma dell’anticipo al 3 Luglio, - conclude Fiori - si dovrà aspettare quanto meno lunedì ma direi che si possa già dare per scontata perché tutte le province marchigiane hanno già espresso parere favorevole in merito”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-06-2010 alle 16:39 sul giornale del 21 giugno 2010 - 1444 letture

In questo articolo si parla di attualità, saldi, ascoli piceno, commercianti, Confcommercio di Ascoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/k8





logoEV