Spedizione punitiva per amore, 12 giovani denunciati e 4 in ospedale

1' di lettura 02/10/2010 -

Una rivalità amorosa tra italiani e albanesi sarebbe la causa della spedizione punitiva da parte di una decina di giovani nei confronti di altri quattro avvenuta l'altra notte ad Ascoli Piceno nel quartiere di Monticelli.



Il gruppo più numeroso, formato da albanesi e tre ragazze italiane, tutti residenti a Sant'Egidio alla Vibrata (Teramo), armato di bastoni, spranghe e di un manganello telescopico, avrebbe raggiunto la cittadina marchigiana per 'dare una lezione' ad un giovane ascolano che qualche giorno prima avrebbe mostrato troppe attenzioni nei cofronti di una delle tre ragazze abruzzesi, fidanzata con uno dei giovani albanesi. Pertanto, il fidanzato geloso e gli amici avrebbero deciso la spedizione punitiva per vendicarsi.

A dividere i due gruppi, in cui sono rimasti coinvolti anche gli amici del giovane ascolano, estranei ai fatti, sono dovuti intervenire gli uomini della Guardia di Finanza e i Carabinieri. Sul posto anche i sanitari del 118 che hanno prestato le cure ai quattro ascolani rimasti feriti, prima di trasportarli all'ospedale.

Nel frattempo otto (di cui le tre ragazze) degli autori della spedizione punitiva, che avevano tentato la fuga in auto, sono stati rintracciati, identificati e denunciati. In totale i giovani denunciati a piede libero sono stati 12, tutti di età compresa tra i 18 ed i 22 anni.






Questo è un articolo pubblicato il 02-10-2010 alle 00:48 sul giornale del 02 ottobre 2010 - 933 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, giovani, ascoli piceno, guardia di finanza, rissa, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cQa





logoEV