SEI IN > VIVERE ASCOLI > POLITICA
comunicato stampa

Archivi: protocollo d’intesa tra Provincia e Soprintendenza

3' di lettura
1033

La Provincia e la Soprintendenza Archivistica per le Marche unite per un importante progetto volto al riordino, tutela e valorizzazione degli archivi storici dei Comuni del Piceno: è quanto scaturisce dal protocollo d’intesa che i due Enti hanno sottoscritto stamani ad Acquaviva Picena.

La firma del documento è stata preceduta dall’inaugurazione della nuova sede della biblioteca-archivio “Celso Ulpiani” alla presenza del Presidente della Provincia Piero Celani, del Soprintendente dei beni archivistici delle Marche dott. Mauro Tosti Croce, del sindaco di Acquaviva Tarcisio Infriccioli, dell’Assessore provinciale alla Cultura e Pubblica Istruzione Andrea Maria Antonini e del vice sindaco ed assessore alla Cultura di Acquaviva Teodorico Compagnoni che, con i suoi collaboratori, si è impegnato molto per la realizzazione della struttura.

Presenti anche numerose scolaresche accompagnate dai loro docenti, che hanno visitato la biblioteca, un vero e proprio polo culturale al servizio della comunità locale dove, non solo sarà possibile fruire dei libri, ma si svolgeranno corsi di musica, pittura, francese ed altre discipline aperti a persone di tutte le età.

Successivamente autorità, studenti e cittadini si sono trasferiti presso la splendida Chiesa di San Rocco per la presentazione e la firma del progetto provinciale “Memorie di carta, interventi per il recupero e l’inventariazione degli archivi storici comunali”.

A sottoscrivere il documento sono stati il Presidente della Provincia Celani e il Soprintendente Croce, dinanzi al sindaco di Infriccioli, all’assessore Compagnoni e all’Assessore Antonini promotore dell’iniziativa e curatore della stesura dell’atto. Tra i principali obiettivi dell’intesa quello di garantire una costante e continuativa attività di riordino, salvaguardia e valorizzazione del patrimonio archivistico favorendo, nel contempo, l’accessibilità alla documentazione e l’utilizzo in chiave didattica del materiale. Oltre all’impiego di personale altamente qualificato, costituito da giovani laureati della nostra provincia, è previsto il ricorso a sistemi semplificati e facilmente fruibili in modo da rendere le strutture degli autentici “poli attivi” e centri formativi in raccordo con biblioteche, musei, pinacoteche e scuole.

La Soprintendenza Archivistica, da parte sua, si impegna non solo a svolgere il compito di organo tecnico e scientifico del progetto, fornendo dati e standard archivistici, verificando le fasi dei lavori, ma anche comunicando prontamente alla Provincia tutti gli interventi che intende realizzare negli archivi comunali del Piceno.

“Risulta fondamentale e irrinunciabile sostenere, insieme a tutte le istituzioni locali, un’azione di conservazione e riordino degli archivi comunali che rappresentano un autentico baluardo della memoria storica di un territorio – hanno spiegato il Presidente Celani e l’Assessore Antonini – il documento sottoscritto costituisce, in assoluto, il primo accordo di questo genere in Italia siglato tra un Amministrazione locale e la Sovrintendenza delle Marche. Un progetto – concludono i due amministratori -- che vedrà la Provincia di Ascoli Piceno protagonista ancora una volta nel suo duplice ruolo di ente di coordinamento tecnico ed amministrativo, garantendo ai Comuni adeguato supporto finanziario e predisponendo interventi in stretta collaborazione con la Soprintendenza”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-10-2010 alle 17:18 sul giornale del 11 ottobre 2010 - 1033 letture