Un convegno per parlare di Alzheimer

3' di lettura 22/10/2010 -

E’ stato presentato stamani, a Palazzo San Filippo, il programma del Convegno “Alzheimer - Per non dimenticare chi dimentica” che si terrà martedì 26 ottobre ad Ascoli Piceno, alle 9,30 a Palazzo dei Capitani.



La giornata-studio, che vedrà la presenza di luminari, esperti e insigni ricercatori, è stata promossa dal “Centro Alzheimer” di Ascoli Piceno e dalla Cisl Pensionati con il patrocinio di Provincia e Comune. Al convegno interverrà anche il dott. Francesco Bellini, ricercatore e presidente della casa farmaceutica “Knox Tecnologies” da tempo in prima linea nella lotta a questa patologia che nel mondo registra oltre 20 milioni di casi. A illustrare i contenuti dell’iniziativa sono stati il dottor Cesare De Cesare presidente dell’associazione “Alzheimer” di Ascoli Piceno, Giulio Grazioli, Segretario territoriale FNP Cisl, Rosandra Ciarrocchi (coordinatrice territoriale di Cisl donne) e il Presidente della Provincia Piero Celani. La patologia è stata scoperta per la prima volta nel 1901 dal medico tedesco Alzheimer da cui prende il nome. Attualmente si registrano in Italia ben 800 mila casi, (di cui 600 nella Asur 13 di Ascoli) un numero destinato purtroppo a crescere con il passare degli anni. “Siamo in attesa, a breve, dalla firma da parte del Ministero dell’Infrastrutture del Contratto di “Quartiere 2” che stanzierà i finanziamenti per la realizzazione del primo centro “Alzheimer” del territorio nella ex Casa Cantoniera a Monticelli di proprietà della Provincia” ha spiegato il presidente Celani.

“Grazie all’impegno e alla sensibilità dell’associazione Alzheimer di Ascoli e la Cisl avrà luogo questa importante tavola rotonda utile non solo per affrontare un problema sociale molto sentito e vissuto anche da numerose famiglie nel Piceno, ma anche per fare il punto sulla ricerca per una patologia che colpisce non solo anziani – ha dichiarato il Presidente Celani – Desidero, inoltre, ringraziare vivamente il dottor Bellini, nome di spicco del panorama della ricerca internazionale, che sarà presente al convegno accompagnato da due ricercatori di grande fama, tra cui il dottor Umberto Scapagnini”. “Siamo fiduciosi che quanto prima venga aperto anche nel nostro territorio il primo centro Alzheimer – ha spiegato il dott. De Cesari - si tratta di una struttura fondamentale, che potrà ospitare 20 pazienti e offrire a malati e familiari un punto di riferimento sul territorio con la speranza di rallentare e contrastare il progressivo palesarsi della malattia nei degenti”.

Sulla stessa lunghezza d’onda la coordinatrice Cisl Donne la signora Rosandra Ciarrocchi che ha ricordato alcuni aspetti del problema e ha salutato con speranza la partecipazione del dottor Bellini all’evento. Giulio Grazioli, in rappresentanza della FNP Cisl, ha ringraziato il presidente Celani per il contributo offerto dalla Provincia e per l’intermediazione con il dott. Bellini. Sempre Grazioli ha annunciato la presenza al convegno di molti studenti che porranno delle domande ai presenti. Nel corso della giornata si terranno le relazioni e gli interventi di luminari presenti ed ricercatori, tra cui il dott. A. Testa che spiegherà alcuni aspetti della patologia, il dott. A. Tancredi che tratterà la tematica di comunicare e rapportarsi con i pazienti, la dott. essa G. Cacchiò che illustrerà le tecniche di diagnosi e le terapie e il direttore generale dell’IRCA di Ancona il dott. A. Aprile. Al convegno, oltre al presidente Piero Celani e al sindaco Guido Castelli, saranno presenti Giuseppe Donati e Giulio Grazioli in rappresentanza della Cisl. Interverrà anche il prof. Antonio D’Isidoro che porterà una personale testimonianza. A chiudere il convegno sarà il segretario FNP Ermenegildo Bonfanti.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-10-2010 alle 19:15 sul giornale del 23 ottobre 2010 - 993 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dCY





logoEV