Camela: 'Perseguire il riequilibrio dei servizi sanitari rappresenta un impegno morale'

valeriano camela 1' di lettura 25/10/2010 -

Perseguire il riequilibrio dei servizi sanitari sul territorio regionale deve rappresentare un impegno morale per tutti gli eletti della comunità picena ai vari livelli istituzionali.



Il dibattito in corso sul processo di aziendalizzazione ospedaliera porta alla ribalta termini come: azienda unica... ospedali riuniti... ospedale unico... azienda ospedaliera...zona...area vasta...zona vasta..., che tuttavia creano non poca confusione nei cittadini, interessati essenzialmente ad avere una soddisfacente risposta sanitaria ai propri bisogni. Secondo una corrente di pensiero si vorrebbe appiccicare, da subito, l'etichetta di azienda ospedaliera agli Ospedali riuniti di Ascoli e S. Benedetto indipendentemente dal completamento dell'integrazione funzionale fra gli stessi, mantenendo quindi i doppioni in alcune specialità; il sottoscritto ritiene, invece, che la precondizione alla richiesta di aziendalizzazione debba passare attraverso l'eliminazione delle duplicazioni di alcune specialità presenti nei due ospedali.

Si otterrebbe in questo modo una struttura snella e funzionale, capace di recuperare le risorse necessarie per attivare in loco specializzazioni di eccellenza coerenti con l'organizzazione complessiva del Servizio sanitario regionale ed utili alla nostra comunità. Ma funzionale a questo obiettivo è l'approccio responsabile al problema dei numerosi ruoli primariali vacanti nelle due strutture ospedaliere, nella consapevolezza che avviare in maniera generalizzata le procedure concorsuali significa impedire l'integrazione per i prossimi cinque anni...


da Valeriano Camela
Capogruppo Regionale UDC





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-10-2010 alle 19:02 sul giornale del 26 ottobre 2010 - 776 letture

In questo articolo si parla di sanità, politica, Valeriano Camela

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dH7





logoEV
logoEV