Caso Goffo, la Procura sequestra il computer del poliziotto

rossella goffo 1' di lettura 22/11/2010 -

Il pm di Ancona Irene Bilotta, che aveva confermato l'accusa di omicidio premeditato nei confronti di A.B., 42enne poliziotto con cui la vittima aveva avuto una frequentazione, a seguito dell'interrogatorio con l'indagato ha disposto nuovi accertamenti.



Gli inquirenti infatti hanno posto a sequestro il computer dell'uomo, utilizzato nel suo ufficio nella Questura di Ascoli Piceno, poichè ritengono di poter trovare al suo interno alcuni contatti tra il poliziotto e la funzionaria della Prefettura di Ancona Rossella Goffo, scomparsa il 4 maggio scorso.

Nonostante l'uomo, padre di quattro figli, continua a dichiararsi innocente, la Procura sospetta che l'uomo abbia attirato con una scusa la funzionaria nelle campagne tra Acquasanta Terme e Comunanza nell'ascolano, dove poi l'avrebbe uccisa occultando il cadavere. Da qui partiranno le nuove ricerche.






Questo è un articolo pubblicato il 22-11-2010 alle 19:17 sul giornale del 23 novembre 2010 - 961 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, ascoli piceno, Sudani Alice Scarpini, procura, rossella goffo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/eEB





logoEV
logoEV