Stracibo da Jesi ospite a “Fritto Misto”

logo comune di Jesi 2' di lettura 26/04/2011 -

Molte delle fritture della tradizione regionale italiana e di tanti paesi stranieri rappresentano uno dei cibi di strada più significativi. Per questo, non poteva mancare, nell’ambito dell’ascolana kermesse Fritto Misto, uno spazio dedicato a Stracibo, l’appuntamento che si tiene ogni anno a Jesi per promuovere il “tipico” di strada, che porta ad Ascoli le fritture tipiche dell’Orto Antico.



Grazie alla collaborazione con il Comune di Jesi e con il Progetto Orto Antico, le erbe aromatiche e diverse piante orticole arriveranno direttamente dall’oasi di biodiversità di Jesi nel “cartoccio” del Palafritto, per un gusto unico…

Dopo il successo riscosso nell’edizione 2010, con oltre 90mila visitatori, Fritto Misto torna, dunque, dal 28 Aprile al 1° Maggio, per regalare al pubblico di golosi tanti appuntamenti all’insegna della grande cucina, della tipicità e, soprattutto, della qualità.

Organizzata da Tuber Communications e Sedicieventi, con il patrocinio del Comune e della Provincia di Ascoli Piceno e della Regione Marche e con la collaborazione delle numerose associazioni di categoria del territorio, Fritto Misto si propone come obiettivo proprio la ricerca del tipico di qualità e la valorizzazione della frittura, così da sfatare tutti quei pregiudizi che la vogliono tecnica di cottura da evitare.

Si potranno, quindi, degustare i differenti piatti fritti proposti all’interno del Palafritto, magari in abbinamento ai migliori vini delle Marche, protagonisti anche delle Lezioni da bere in cui gli esperti del Consorzio Vini Picenos e dell’Istituto Marchigiano di Tutela Vini li faranno apprezzare al meglio in tutto il loro piacere. I più piccoli, potranno prendere parte ai laboratori didattici Cucina la tua Oliva, ed imparare così a cucinare una perfetta oliva all’ascolana da mangiare fresca.

Parlando di fritto, non poteva mancare uno spazio dedicato all’olio, in particolare l’Olio extravergine di oliva. Venerdì 29, sabato 30 aprile e domenica 1 maggio si terranno apposite lezioni introduttive con seduta certificata per i futuri assaggiatori di olio in collaborazione con la Cooperativa Produttori Olivicoli dell’Italia Centrale e sempre sabato 30 aprile si terrà il convegno L’Olio Extravergine di Oliva: Strumenti per il Consumatore realizzato con il Movimento Difesa del Consumatore.

Per poter prolungare il piacere del fritto in Piazza Arringo, in pieno centro storico di Ascoli, apriranno i battenti anche le Corti del Fritto e il Mercatino di Fritto Misto, spazi commerciali in cui poter trovare gli ingredienti freschi da friggere, ma anche vini, birra, liquore da abbinare alle fritture e gli accessori per una frittura a regola d’arte.

Appuntamento dunque ad Ascoli da giovedì 28 aprile a domenica 1 maggio e non resta che dire… Scusate ma… vado di fritto!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-04-2011 alle 12:09 sul giornale del 27 aprile 2011 - 1011 letture

In questo articolo si parla di attualità, Comune di Jesi, gastronomia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/j2H