Da Confartigianato un prezioso volume sull'Unità d'Italia alle autorità locali

1' di lettura 02/06/2011 -

In occasione della seduta aperta del consiglio comunale di Ascoli, svoltasi per la celebrazione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, la Confartigianato interprovinciale di Ascoli e Fermo, per mano del segretario generale Guido Tarli, ha voluto consegnare al Prefetto di Ascoli, Pasquale Minunni, al sindaco di Ascoli Guido Castelli, al presidente del consiglio comunale Umberto Trenta e al presidente del consiglio provinciale Armando Falcioni, in rappresentanza del presidente Piero Celani, un prezioso volume intitolato “Viva l’Italia”.



Si tratta di un’opera realizzata da Confartigianato in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, quale contributo degli artigiani alla costruzione dello Stato Unitario.

Il libro, che non ha eguali nel panorama editoriale, riporta la ricostruzione degli anni che segnarono la nascita della nostra Patria, insieme ai ritratti degli artigiani patrioti che parteciparono alla storia risorgimentale. Un libro di storia ma al tempo stesso un inedito racconto – condotto con paziente e rigoroso lavoro di ricerca – della passione di tanti piccoli imprenditori che, spesso a costo della propria vita, hanno scritto la storia d’Italia.

"Nell’ambito dei festeggiamenti per la ricorrenza del 2 giugno la Confartigianato interprovinciale di Ascoli e Fermo – sottolinea il segretario Tarli - intende così sottolineare i valori fondanti della convivenza civile e testimoniare il ruolo sempre attivo dei piccoli imprenditori, la loro propensione all’impegno sociale e pubblico, il senso di responsabilità personale nei confronti del bene comune”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-06-2011 alle 17:39 sul giornale del 03 giugno 2011 - 821 letture

In questo articolo si parla di attualità, confartigianato, fermo, ascoli piceno, Confartigianato Ascoli e Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/lzD