Bando 'Welfare to Work', prorogata la scadenza al 15 luglio

lavoro 3' di lettura 24/06/2011 -

La Provincia – Assessorato alla Formazione Professionale e Politiche attive del lavoro - comunica che, su decreto della Regione, è stato prorogato a venerdì 15 luglio 2011 il termine utile per la presentazione (da parte dei datori di lavori) delle domande relative al Bando “Welfare to Work”, previsto inizialmente il 31 maggio.



Si tratta di un ulteriore lasso di tempo, prezioso per imprese (che hanno sede legale o unità operative nella provincia) e agenzie interinali per il lavoro di poter accedere all’importante intervento (finanziato da fondi ministeriali, Fondo Sociale Europeo, Regione Marche) coordinato dalla Provincia di Ascoli Piceno con il supporto dell’agenzia “Italia Lavoro”.

Le categorie di lavoratori coinvolti, che percepiranno un’indennità di tirocinio di 500 euro al mese (per 3 mesi), sono: donne e uomini inseriti nelle liste di mobilità, lavoratori che abbiamo percepito indennità di mobilità in deroga a decorrere dal 21 settembre, donne che desiderino intraprendere o riprendere l’attività lavorativa, giovani inoccupati con meno di 25 anni o con meno di 29 anni se laureati, ultracinquantenni in stato di disoccupazione.

Il bando dispone che ai datori di lavoro che assumono personale a tempo indeterminato saranno erogati 5 mila euro, mentre 2 mila euro a chi assume a tempo determinato per almeno 12 mesi (contributi incrementati della misura di 1500 euro in caso di disabili). Contributi che saranno conferiti a imprese e agenzie interinali a patto che i lavoratori abbiano svolto prima il trimestre formativo. Come detto, durante tale periodo la Provincia provvederà ad erogare al lavoratore un’indennità di tirocinio pari a 500 euro, mentre alle Agenzie per il Lavoro (che assumono con contratto di somministrazione) l’Ente destinerà un voucher formativo (1000 euro) con l’impegno da parte delle stesse Apl di curare l’attività di formazione “on the job”a favore del lavoratore.

Si ricorda, inoltre, che sia i tirocini formativi sia i contratti di somministrazione di lavoro (APL) dovranno essere avviati entro giovedì 15 settembre (e non entro il 30 giugno come previsto inizialmente).

A differenza di altri bandi, le domande in regola con i requisiti saranno accolte esclusivamente in base al criterio cronologico. Si evidenzia, pertanto, che l'intervento in questione assegna i relativi benefici secondo la così detta modalità "a sportello", ossia non appena verificata la sussistenza dei requisiti in capo all'azienda richiedente e al lavoratore individuato, senza il ricorso ad una graduatoria come, invece avviene in altri casi. Si tratta di una procedura che consente di attivare il tirocinio entro pochi giorni dal ricevimento della domanda dell’azienda tenuto conto dell'ordine d'arrivo (certificato dalla data e dall'ora di consegna al protocollo del Centro per l’Impiego, o dalla data e ora di spedizione della raccomandata).

“In un momento di crisi congiunturale molto forte come quello attuale, risulta fondamentale rafforzare la tutela dei lavoratori, in particolar modo dei lavoratori appartenenti alle cosiddette categorie svantaggiate - spiega il Presidente Piero Celani – in questa direzione, ritengo che il rinvio della scadenza del bando di qualche settimana permetterà a un numero maggiore di beneficiari di poter accedere all’importante iniziativa occupazionale”.

Per ulteriori informazioni sui contenuti del bando è possibile rivolgersi ai Centri per l’Impiego di Ascoli Piceno (Tel. 0736 277458 o 0736 277467) e di San Benedetto del Tronto (Tel. 0735 7667235) o consultare il sito internet www.provincia.ap.it/cpi






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-06-2011 alle 19:45 sul giornale del 25 giugno 2011 - 1123 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno, welfare to work

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/myC





logoEV
logoEV