Amministratori locali a scuola di Federalismo fiscale e sussidiarietà

Federalismo fiscale 2' di lettura 29/06/2011 -

Dopo il notevole consenso riscosso nella 1^ edizione di gennaio scorso, torna il percorso di formazione per amministratori locali promosso dalla Presidenza del Consiglio Provinciale di Ascoli Piceno, in collaborazione con la Scuola di Formazione Pubblica META promossa dalla Partner ed aperto anche a sindaci, assessori, consiglieri e dirigenti delle Province e dei Comuni confinanti di Lazio e Abruzzo. Particolarmente interessante ed attuale il tema scelto per questo ciclo di lezioni che saranno incentrate su “Federalismo Fiscale e Sussidiarietà”, un prezioso strumento per orientarsi alla vigilia di notevoli cambiamenti nell’assesto fiscale ed organizzativo delle risorse dello stato e degli enti locali.



I seminari saranno tenuti dal Prof. Giulio Maria Salerno, ordinario di Istituzioni di Diritto Pubblico presso l’Università di Macerata e si terranno nella sala convegni dell’Hotel Marche di Ascoli Piceno venerdì 1 luglio con orario dalle 15 alle 19 e sabato 2 dalle 9 alle 13. Tra le materie che verranno affrontate i decreti sul federalismo demaniale, sulla perequazione infrastrutturale, sugli interventi speciali e su “premi e sanzioni”. Filo conduttore della giornata di sabato sarà il principio di sussidiarietà approfondito nelle due articolazioni “verticale” e “orizzontale” alla luce del “Codice delle autonomie”.

“Con questa iniziativa abbiamo voluto proseguire un percorso di formazione rispondendo alle tante richieste di adesione pervenute dai rappresentanti delle realtà locali - ha spiegato il Presidente del Consiglio Provinciale Armando Falcioni – crediamo anche in questo modo di contribuire alla crescita della classe dirigente del territorio in un autentico spirito di sussidiarietà e di impegno a favore dello sviluppo delle comunità interessate. Il corso precedente - ha aggiunto Falcioni – non solo ha visto la partecipazione di ben 53 amministratori e 10 funzionari, ma ha già spinto diversi comuni del Piceno ad avviare percorsi di innovazione amministrativa e gestionale e di questo non possiamo che essere molto soddisfatti.

Ciò dimostra infatti, - ha concluso Falcioni - la positività dell’iniziativa e l’apprezzamento per le attività formative che rispondono a bisogni reali in modo concreto e qualificato; abbiamo voluto aprire la partecipazione ai Comuni limitrofi, perchè la nostra Provincia ha una posizione baricentrica ed intende costantemente relazionarsi con i territori vicini con i quali condivide forti legami di ordine istituzionale, economico e sociale”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-06-2011 alle 19:51 sul giornale del 30 giugno 2011 - 1167 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno, federalismo fiscale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/mKw





logoEV
logoEV