Quintana: il Sestiere di Sant’Emidio farà rivivere la figura del Camerlengo

Giorgio Fiori 2' di lettura 04/08/2011 -

Oltre alle tante novità che interesseranno il Corteo della Quintana di Agosto, già illustrate da Enrico Fiori nel corso della recente conferenza stampa, per la stessa occasione il Sestiere di Sant’Emidio farà rivivere anche la figura del Camerlengo.



Grazie infatti ad una delle tante brillanti intuizioni del prof. Leopoldo Tomassini, coreografo dello stesso Sestiere, nel Corteo di Agosto dopo una pausa di 15 anni, verrà reinserita, alla testa del gruppo nobiliare che precede la dama, la figura del Camerlengo (o Ciambellano) che nella società medievale era quel nobile di alto rango che aveva il compito primario di custodire e amministrare il tesoro (in pratica il tesoriere) ed in più di organizzare anche le cerimonie e le manifestazioni in veste dunque di coreografo e cerimoniere.

Come detto, per Sant’Emidio, questa figura non è una novità poiché per anni fu magistralmente interpretata dal simpatico ed indimenticabile Giammario Pagani, ex direttore del Nucleo Industriale, scomparso prematuramente nel 1999 all’età di soli 61 anni. Da allora questo ruolo non era stato più ricoperto da nessuno, sino a quando appunto il prof. Tomassini non ha ritenuto di doverlo far rivivere, quale appunto figura caratteristica dello stesso Sestiere, affidandone il ruolo a Giorgio Fiori (direttore della Confcommercio) che per l’occasione, con il suo singolare abito blu disegnato da Gianni Nardoni, sarà affiancato da un valletto porta insegne dello stesso gruppo nobiliare.

“Da alcuni anni – ha commentato Giorgio Fiori – ho ripreso a sfilare con regolarità con il Sestiere di Sant’Emidio e quando mi è stato proposto di far rivivere la figura del Camerlengo ho subito dato il mio assenso entusiastico, non tanto per il ruolo primario che tale figura ha nell’ambito del corteo, quanto piuttosto per l’amicizia che mi ha legato a Giammario Pagani e che ora, con la Quintana, a distanza di 12 anni dalla sua scomparsa, avrò modo di ricordare e far ricordare”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-08-2011 alle 19:08 sul giornale del 05 agosto 2011 - 1070 letture

In questo articolo si parla di attualità, Quintana di Ascoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/oaD





logoEV
logoEV