Ritrovati resti umani, si tratterebbe del pensionato scomparso un anno fa

vigili del fuoco 1' di lettura 26/02/2012 - Sarebbero di Vittorio Ciotti, il 69enne scomparso da Ascoli Piceno un anno fa, i resti rinvenuti nelle campagne di Poggio di Bretta, vicino ad Ascoli Piceno.

A trovare un teschio, lungo le campagne ascolane sarebbe stato un cane in addestramento. Domenica, le ulteriori ricerche hanno permesso di ritrovare resti umani e varie schegge di ossa che hanno fatto subito pensare al pensionato di 69 anni che, i primi di febbraio 2011, si era allontanato da casa facendo perdere le sue tracce.

L'ipotesi è che l'anziano, che aveva problemi di salute, sia stato vittima di un malore e che poi cani randagi e altri animali abbiano fatto scempio del cadavere. Ma con il passare delle ore, gli inquirenti sarebbero sempre più sicuri che si tratta proprio del proprietario del bar del Corso ad Ascoli. I vigili del fuoco hanno infatti recuperato un borsello nei pressi del cadavere all'interno del quale sono stati trovati documenti d'identità dell'anziano. Anche gli abiti, benchè rovinati, sarebbero compatibili con quelli con cui sarebbe stato visto l'ultima volta Ciotti dai suoi familiari che avevano dato l'allarme.

Tuttavia le indagini proseguiranno per stabilire le cause di morte e, soprattutto, se si tratti di morte accidentale o di omicidio.






Questo è un articolo pubblicato il 26-02-2012 alle 18:49 sul giornale del 27 febbraio 2012 - 768 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vigili del fuoco, ascoli piceno, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/vKf

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici