Tesorerie comunale, Castelli: 'Ricorso contro stato anche ad Ascoli. E' segnale politico'

guido castelli 1' di lettura 28/02/2012 - “Anche il Comune di Ascoli Piceno avvierà un ricorso legale contro il trasferimento coatto della tesoreria del Comune alla Tesoreria dello Stato”. Lo annuncia al sito dell’Anci il sindaco del capoluogo piceno e delegato alla Finanza locale dell’Anci, Guido Castelli, che spiega: “Al di là del merito giuridico, si tratta per quanto mi riguarda anche di un preciso segnale politico”.

Il primo cittadino sostiene infatti che “non è più accettabile il paradosso per cui, mentre crescono le responsabilità affidate ai sindaci, diminuiscono i mezzi messi a loro disposizione per onorare queste responsabilità”. Si tratta, avverte Castelli, “della progressiva affermazione di “una tendenza pericolosissima a scaricare sulla base della Repubblica, ovvero i sindaci, le incongruenze più imbarazzanti della crisi sistemica che vive il Paese”.

Eppure, continua Castelli, “sono proprio i primi cittadini a incarnare il punto d’incontro tra la politica e la comunità, dovendo ogni giorno rispondere del loro operato di fronte ai cittadini!”. Non è la stessa cosa, invece, “per un governo tecnico e per un Parlamento di nominati”, conclude Castelli.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-02-2012 alle 18:14 sul giornale del 29 febbraio 2012 - 990 letture

In questo articolo si parla di attualità, anci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/vQf





logoEV