Festa della Liberazione: Anmig alle commemorazioni

festa della liberazione 1' di lettura 23/04/2012 - “Occorre che adesso i giovani, ereditandoli dalle generazioni precedenti, rinnovino e rilancino quegli ideali di libertà e democrazia per i quali molti hanno lottato nel passato, riuscendo a costruire le fondamenta della nostra Repubblica basata su un insieme di principi e di regole fissate poi nella Costituzione”.

Lo afferma Andrea Quaglietti, presidente provinciale dal novembre scorso, dell’ANMIG (l’Associazione dei mutilati e invalidi di guerra) nell’annunciare la partecipazione della storica organizzazione che vede oltre 200 aderenti nel Piceno, alle commemorazioni della Festa della Liberazione di mercoledì 25 aprile. L’ANIMIG sarà presente con una sua rappresentanza alle cerimonie ufficiali in ricordo dei caduti , previste mercoledì mattina alle ore 9 in Piazza Simonetti, e a seguire in Piazza Roma, ad Ascoli.

“La nostra è un associazione viva, che anche con tanti giovani eredi dei loro padri e nonni che si sono sacrificati durante l’ultima guerra mondiale, difende e rinnova gli ideali di libertà e democrazia che purtroppo ancora oggi, in Italia, sono minacciati con gli attacchi alla Costituzione repubblicana e limitati nell’attuazione dei diritti sociali e civili”. L’ANMIG ricorda che per il 27 maggio sta organizzando una visita all’Altare della Patria e alla propria sede nazionale, a Roma. Per adesioni all’iniziativa, ci si può recare alla sede provinciale di Corso Mazzini 237, o telefonare allo 0736259443.


da Associazione dei mutilati e invalidi di guerra





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-04-2012 alle 19:24 sul giornale del 24 aprile 2012 - 825 letture

In questo articolo si parla di attualità, Associazione dei mutilati e invalidi di guerra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/x0T





logoEV